Sant’Arpino. La maggioranza replica a Campania Notizie: “Un’azione calunniosa tesa anche ad impedire la stabilizzazione dei dipendenti della Multiservizi.”

Sant'Arpino     Riceviamo e pubblichiamo il seguente documento a firma degli assessori e consiglieri di maggioranza Caterina Tizzano, Loredana Di Monte, Giovanni D’Errico, Salvatore Lettera, Ivana Tinto, Speranza Belardo, Gennaro Capasso, Maria Rosaria Coppola, Ernesto Di Serio, Domenico Iovinella e Gennaro Vitale.

"La continua aggressione di un'unica testata giornalistica online Campanianotizie, da tempo ha superato i limiti della decenza, con farneticazioni che sfociano nella calunnia. L'uso dei social per denigrare il sindaco e quindi l'amministrazione comunale attraverso il direttore della testata Mario De Michele alimenta un clima di odio personale mai prima visto nella politica di questo paese.

La critica politica è legittima, necessaria ed opportuna la sollevazione dei problemi irrisolti ma non possiamo consentire l'offesa personale e la calunnia diffamatoria. Per contrastare questa ossessiva azione calunniosa, saranno presi i dovuti provvedimenti nelle sedi opportune. Il perdurante tentativo di delegittimare il lavoro del Sindaco e di denigrare la sua persona viene da noi tutti respinto al mittente. Ribadiamo la nostra piena ed incondizionata fiducia nel Sindaco Giuseppe Dell'Aversana e nella sua onestà intellettuale e morale. Il Sindaco ha sempre operato nel solco della legalità e gode della nostra stima e della stragrande parte della popolazione. L'amministrazione comunale è impegnata in una colossale opera di risanamento dei conti comunali per dare risposte ai problemi della collettività. Errori non sono mancati ed altri ve ne potranno essere ( solo chi non opera non sbaglia) ma da qui a sfociare nell'attacco ossessivo alla persona ne passa di acqua. L'affidamento del servizio di manutenzione degli impianti della pubblica illuminazione è compito degli uffici comunali ed è stato svolto nel pieno rispetto delle regole amministrative. Diciotto le ditte invitate. Il Direttore del giornale sa bene che non è compito del sindaco la gestione della gara ma agli uffici comunali. Il titolare della ditta affidataria del servizio non ha alcun rapporto di parentela con il sindaco Dell'Aversana ma solo lo stesso cognome ed è una persona perbene. Le insinuazioni del giornale sono infamanti. La ditta vincitrice della gara, per i nostri uffici, presenta i requisiti per svolgere il servizio di gestione della pubblica illuminazione comunale. Quest'ultimo attacco sferrato alla nostra amministrazione comunale, non solo rappresenta l’ennesima campagna denigratoria, ma è probabilmente il tentativo di impedire la stabilizzazione di un lavoratore della Multiservizi. Nel caso in cui la ditta, unica ad aver risposto alle condizioni di stabilizzazione poste dal bando, dovesse rinunciare per colpa di questa azione diffamatoria resterebbe senza lavoro un dipendente della ex Multiservizi. Loro lo sanno, ma noi lo impediremo".

(Visited 507 times, 1 visits today)
Share