Sant’Arpino. L’amministrazione comunale chiede alla Regione i soldi per la stabilizzazione degli LSU di 11 anni fa

Sant'Arpino      Nel 2008 la Regione Campania emise  un  avviso pubblico  con cui dava  un incentivo di 20.000 euro per tre annualità agli enti che avessero provveduto alla stabilizzazione di lavoratori socialmente Utili (L.S.U.)  l'amministrazione comunale di Sant'Arpino, procedette alla stabilizzazione di ben 15 L.S.U. con contratto di lavoro a tempo indeterminato part-time al 60% mentre la Ecoatellana Multiservizi  procedette alla stabilizzazione a tempo indeterminato full-time di 3 L.S.U., trasferiti alla multiservizi dal comune con parere favorevole della Regione e dell'INPS.

Tutta la documentazione amministrativa, con i contratti sottoscritti dagli L.S.U. stabilizzati venne trasmessa alla Regione Campania per incassare l’incentivo pari a  180 mila euro per la multiservizi( 60 mila per tre anni)  e 540 mila euro per le  casse comunali ( il 60% di 900 mila euro) così come statuito nell'avviso pubblico. " Da una  verifica contabile  fatta dopo la nostra vittoria elettorale - dichiara il sindaco Giuseppe Dell'Aversana- scoprimmo che dopo 8 anni dalla stabilizzazione mancavano ancora 360 mila euro all'appello. Dopo vari solleciti recuperammo 180 mila euro a marzo del 2017" Secondo la documentazione presente al comune complessivamente la regione ha versato  540 mila euro di cui 480 mila per il comune e 60 mila per la Multiservizi ed a nulla sono valsi gli ulteriori  solleciti  all’indirizzo della Regione Campania, di cui l'ultimo ad aprile 2108. L'amministrazione targata Dell'Aversna a questo punto, ha ritenuto opportuno  procedere al conferimento di incarico ad  un avvocato per procedere al recupero degli importi dell'incentivo non ancora corrisposti dalla Regione Campania per le stabilizzazioni L.S.U. operate sia dall’ente Comune che dalla sua società partecipata (Ecoatellana Multiservizi srl) nel 2008. " La situazione economica disastrosa  in cui versiamo -ribadisce Dell'Aversana è stata provocata anche da questi mancati introiti nelle casse comunali" Continua dunque l'impegno del comune per il recupero di soldi del passato non entrati in cassa ed il legale incaricato dalla giunta dovrà provvedere a tutte le opportune iniziative giudiziali e/o stragiudiziali necessarie per recuperare le somme tuttora dovute dalla Regione Campania a titolo di incentivo sia al comune sia alla multiservizi anche se  quest'ultima nel frattempo è fallita strapiena di debiti.

(Visited 254 times, 1 visits today)
Share