Anna Russo: “Ma quale apologia del fascismo, all’ex Municipio solo satira sul ventennio”

anna-russoSuccivo   Riceviamo e pubblichiamo dall'assessore alla cultura, Anna Russo.

"L’Amministrazione Comunale e l’Assessorato alla Cultura condannano fermamente il deprecabile attacco rivolto ad una manifestazione tenuta da bambini durante il Weekend FAI.

La bizzarra e strumentale insinuazione di una volontà di revisonismo storico operata da  alcuni organi di stampa a danno dei bambini, genitori e istituzioni scolastiche lascia davvero sgomenti. Il Comune e l’Assessorato alla cultura si impegneranno a tutelare in tutte le sedi l’onorabilità dell’iniziativa e di coloro che faticosamente hanno contribuito a realizzarla anche attraverso la segnalazione presso gli Ordini Professionali di competenza.

Ribadiamo con forza la totale e incondizionata condanna di quanto accaduto durante il Ventennio Fascista specificando, ove ve ne fosse bisogno, che al Municipio di Atella Di Napoli si è trattata di una rappresentazione e non di una celebrazione del Fascismo.

Appare evidente che chi ha criticato l’iniziativa non conosce il contenuto delle due rappresentazioni inscenate al Municipio di Atella Di Napoli. Infatti la prima si conclude con la cacciata del Podestà ad opera delle Fate di Castellone che vengono in aiuto ai bambini, mentre nella seconda si parla della condizione della donna sotto il ventennio dove quest’ultima viene saluta con il saluto romano al suo ingresso in scena, quindi rappresentazioni ironiche dal contenuto altamente antifascista.

La satira è una delle forme più colorate di cultura e va tutelata ma soprattutto compresa".

 

(Visited 585 times, 1 visits today)
Share