Cesa. Colpita da infarto attende invano per un’ora l’arrivo dell’ambulanza. Donna salvata grazie all’intervento dei vigili urbani

Cesa       Una donna colpita da infarto, rimasta priva di soccorso per oltre un'ora e salvata grazie all'intervento degli uomini del locale comando dei vigili urbani. Tutto questo è accaduto nel pomeriggio di ieri a Cesa. A denunciarlo, è  il primo cittadino di del comune atellano Enzo Guida.

"In attesa di conoscere il contenuto del provvedimento sulla definizione della “zona rossa” che interesserà la Campania,- ha scritto su facebook il sindaco- il bilancio degli attuali positivi è di 324, cresce anche il numero dei guariti. La “zona rossa” implicherà una diversa impostazione delle regole. Avevamo intenzione di adottare una serie di misure più stringenti a livello locale, ma a questo punto decideremo il da farsi, nelle prossime ore. Nel frattempo continuano a verificarsi problemi col servizio 118. Si rischia di morire non solo per il Covid! Quanto accaduto, ieri, è da raccontare per far comprendere cosa stiamo vivendo. Nel pomeriggio una nostra concittadina ha avuto un infarto. E’ stata circa un’ora in attesa dei soccorsi, che non sono mai arrivati. Non c’erano ambulanze disponibili. Si sono trovati a passare, con la macchina di servizio, gli ausiliari dei Vigili Urbani. La donna, con un’auto privata, è stata portata in ospedale, scortata dalla macchina dei Vigili Urbani, per poi essere sottoposta ad un intervento chirurgico. Ringrazio i due ausiliari dei Vigili Urbani per quello che hanno fatto, avendo contribuito a salvare una vita umana. Ci auguriamo che presto la nostra concittadina possa stare bene. Continuo a ritenere non normale e non tollerabile che, di questi periodi, non ci sia personale e mezzi sufficienti per fare fronte a qualsiasi emergenza, oltre il Corona Virus. Non c’è assistenza, se si è malati di Covid oppure se si è malati di altro".

(Visited 1.165 times, 1 visits today)
Share