Succivo. Il sindaco proroga fino al 9 maggio la chiusura di tre padiglioni della scuola ” De Amicis”. L’opposizione “La dimostrazione dell’incoscienza dei nostri attuali amministratori”

Succivo     Con ordinanza di venerdì scorso il sindaco Gianni Colella, ha disposto la sospensione delle attività didattiche delle scuole elementari e materne dell'I.C. Comprensivo "De Amicis" per le aule ubicate nel primo, nel secondo e nel terzo padiglione ad eccezione di dodici aule poste al piano terra ed al primo piano del secondo padiglione, sino al prossimo 9 Maggio.

La decisione si è resa necessaria per consentire lo svolgimento di lavori indifferibili di messa in sicurezza delle strutture interessate, e riguarda anche la mensa scolastica e la segreteria amministrativa.

Durissima la presa di posizione del gruppo di minoranza Primavera Succivese che in un post su facebook ha sottolineato come " smentendo clamorosamente il precedente comunicato sulla situazione della scuola De Amicis, datato 27 aprile, il Sindaco ha emanato venerdì scorso un'altra ordinanza di chiusura della scuola primaria dell'Istituto scolastico, fino al 9 maggio. Secondo la relazione del Tecnico comunale, allegata all'ordinanza, sono inagibili tutti i padiglioni della scuola primaria, ad eccezione di 12 aule del secondo padiglione. Secondo la stessa relazione, risultano inagibili, per gli stessi motivi, anche la segreteria amministrativa e i locali della mensa scolastica, che fino a qualche giorno fa hanno ospitato, durante le turnazioni, i bambini della scuola dell'infanzia! Da altri documenti, reperiti all'inizio di maggio, abbiamo appreso che l'ultimo certificato/ attestato statico che il Comune ha rilasciato alla scuola, è datato 7 settembre 2016. Da quella data, almeno a quanto scrive la scuola, non è stato più rilasciato l'attestato / certificato di staticità. Ci domandiamo con quale leggerezza e con quale incoscienza abbiano agito i nostri amministratori in questi ultimi tre anni, in cui, carte alla mano, non è stata compiuta alcuna verifica sulla staticità della scuola ed è solo per un caso fortuito che nessuno dei nostri figli o degli operatori scolastici si sia fatto male. Non sappiamo se sia stato pressapochismo o incompetenza, quando si è taciuto ai genitori, a fine marzo, per ben dieci giorni, il primo episodio di distacco di materiali dal solaio del secondo padiglione. Quello che sappiamo è che, mentre fino al 2016 non ci sono stati problemi così gravi da chiudere la scuola, nemmeno per un giorno, oggi, dopo tre anni, ci ritroviamo con una scuola primaria quasi totalmente inagibile. E intanto, le richieste di visionare le certificazioni, le relazioni, i verbali di sopralluogo e i pareri tecnici sulla scuola, protocollate regolarmente dal nostro gruppo di minoranza il 9 aprile 2019, prot. 3184, il 17 aprile 2019, prot. 3495, ed il 30 aprile 2019, prot. 3791, che pubblichiamo qui sotto, restano ancora senza risposta".

(Visited 446 times, 1 visits today)
Share