Autotrasporto: Imprenditori del settore sul piede di guerra contro la legge di bilancio 2020 che rischia di avere gravi ripercussioni sulle aziende del settore.

Caserta     Nei giorni scorsi si sono riuniti, nella sede di Caserta, i consigli direttivi di Trasportounito Napoli e Trasportounito Caserta per affrontare le problematiche che riguardano le imprese di autotrasporto e confrontarsi sulle ripercussioni che la legge di bilancio può avere sulla categoria. La riunione, su iniziativa del Presidente di Napoli Francesco Annunziata, ha visto la partecipazione di molti imprenditori del settore che hanno potuto con attenzione ascoltato la relazione del Segretario Attilio Musella. Le critiche maggiori dei vertici di “Trasportounito” e dei presenti si sono concentrate sul taglio trasversale di tutti i benefici riferiti ai veicoli classificati come EURO 3,criticando l’atteggiamento dell’Esecutivo di rendere nota tale decisione solo a 60 giorni dal suo verificarsi e con modalità non proprio ortodosse.

Soprattutto critico sull’operato del Governo è stato il Presidente di Trasportounito Napoli, Francesco Annunziata. “Non v'è dubbio, ha sottolineato Annunziata, che la "questione accisa" rappresenti l'elemento che può rendere irreversibile la decisione di un fermo dei servizi da parte della categoria, ma non dobbiamo dimenticare che sono diversi anni che le nostre imprese stanno aspettando risposte da parte dell’Esecutivo su temi fondamentali”. La situazione si è fatta insostenibile e per questo Annunziata ha aggiunto che “servono risposte immediate e concrete a questioni quali il rispetto dei tempi di pagamento e l'introduzione dei costi minimi oltre alla sensibilizzazione agli enti di controllo a tuutta la filiera, per la regolarità del mercato. Sicuramente le nostre imprese devono fare uno scatto in avanti e avviare investimenti importanti che portino le aziende verso un concetto di sostenibilità ambientale, ma è pur vero che il Governo deve mettere in atto una serie di norme per regolamentare il nostro settore e fare in modo che le imprese “green” possano veder trasformare i loro investimenti in economicità aziendale”.

L'assemblea ha deciso di darsi appuntamento a 10 giorni a margine dell’incontro che si terrà il 14 Novembre con il Ministro alle Infrastrutture ed ai Trasporti Paola De Micheli. “Appuntamento, ha ancora sottolineato il presidente Franco Annunziata, nel quale bisognerà dare risposte alle molte domande del settore, che non riguardano solo la questione dell'accisa sul gasolio e dei tagli ai rimborsi per la categoria, ma anche alla mancanza di dialogo con le strutture del Ministero a livello politico, la cui conseguenza è stata la decisione di “cancellare” accordi precedentemente sottoscritti”. “Se non dovessimo avere assicurazioni e precise garanzie, ha concluso il presidente Annunziata, prenderemo iniziative a tutela e garanzie delle imprese e dei lavoratori del settore”.

(Visited 47 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *