Orta di Atella. I “Democratici & Riformisti”; “Costruire Alternative” e “Movimento 5 Stelle” non parteciperanno al consiglio comunale. “Mortificato il ruolo delle opposizioni”

Orta di Atella     Riceviamo e pubblichiamo il comunicato congiunto dei tre gruppi di opposizione consiliari che annunciano la mancata partecipazione alla seduta del civico consesso di stamattina.

"Ancora una volta questa Maggioranza mortifica il Consiglio Comunale venendo meno alle più elementari regole di civile convivenza e di rispetto del ruolo delle opposizioni. Oramai non sappiamo più se sia l’arroganza a seguire l’incompetenza o il contrario.

Si stravolgono sistematicamente i temi e perfino le date di convocazione concordate in Conferenza di Capogruppo. Si viola sistematicamente il regolamento comunale e si esautorano puntualmente le prerogative dei consiglieri comunali, il loro diritto di accesso agli atti, le elementari regole politico/amministrative. E Noi a questo perdurante rituale non ci stiamo! Congiuntamente l'opposizione consiliare composta dai gruppi: “Democratici & Riformisti”, “Costruire Alternative”, “Movimento 5 Stelle”, diserterà il Consiglio Comunale del 31 Dicembre, perché nelle modalità, nella data e nei punti all’ordine del giorno, è stato totalmente stravolto quanto concordato in sede di Conferenza di Capogruppo. Il comportamento del presidente del Consiglio comunale e dell’intera maggioranza del sindaco Villano denota un grave deficit di democrazia e una grave mancanza del senso delle istituzioni. Amministrano il nostro Comune con superficialità ed autoreferenzialita’, eludendo continuamente al rispetto delle regole e dei ruoli istituzionali. Infine non intendiamo prestarci all’utilizzo strumentale che il Presidente del Consiglio comunale e l’intera maggioranza del Sindaco Villano intendono fare di una Mozione importante presentata dal Movimento 5 Stelle sui posti auto nominali per disabili, il cui regolamento è già stato votato all’unanimità in Commissione statuto e regolamenti con il sostegno di tutti i componenti dell’opposizione. D’altra parte sono molteplici le mozioni presentate dai gruppi di opposizione che non vengono poste in discussione in Consiglio comunale, sebbene il regolamento comunale ne preveda l’obbligo. Per quanto sopra esposto, per coerenza, non parteciperemo ai lavori del civico consesso, assumendo una posizione politica netta, con l’auspicio che si possano ristabilire seriamente nell’immediato, le regole democratiche di confronto tra le parti".

(Visited 103 times, 1 visits today)
Share