Sant’Arpino: la maggioranza “in consiglio comunale approva regolamenti per migliorare la vita amministrativa”

consiglio-comunaleSant'Arpino     Si è tenuto giovedì 27 ottobre alle ore 18.30, su convocazione della Presidente del Consiglio comunale Ivana Tinto una seduta pubblica e straordinaria del civico consesso ricca di argomenti.  La Presidente Tinto, all’apertura dell’adunanza consiliare ha esordito affermando che “l’ampiezza dell’ordine del giorno, è dettata dalla necessità di dare un avvio deciso all’attività amministrativa, oltre che per dare immediata evidenza e riscontro all’intensa attività svolta dai Consiglieri comunali attraverso i lavori delle Commissioni consiliari partiti agli inizi di settembre”. Tra i sei regolamenti, portati all’attenzione della seduta, quello sul “Funzionamento della Commissione sismica” che prevede tra l’altro un incameramento di somme ulteriori per le casse comunali ed un allargamento della commissione ai tecnici junior ; il Regolamento sul “Concorso spese di viaggio per i disabili” che disciplina l’accesso al rimborso spese sulla base della Legge 104/1992, ponendosi ad ulteriore garanzia delle fasce deboli. La “Modifica al Regolamento degli incarichi legali” con la previsione di un bonus per gli avvocati che vincono le cause per il Comune. Inoltre, sono state introdotte altre diverse novità che fanno luce sulla nuova impronta che l’Amministrazione del Sindaco Giuseppe Dell’Aversana intende dare al paese. L’educazione al rispetto e cura del verde pubblico da parte dei privati con il Regolamento per l’“Adozione delle Aree a verde pubblico”, l’introduzione della comunicazione istituzionale attraverso i social con il Regolamento per l’“Istituzione della pagina Facebook comunale” ed il contrasto ai nuovi e sempre più crescenti fenomeni della ludopatia, con il Regolamento per la “Disciplina delle Sale da gioco e dei Giochi leciti”. Con quest’ultimo Regolamento Sant’Arpino si appresta ad essere il primo Comune dell’Agro Aversano a dotarsi di una disciplina comunale per le sale da gioco, affrontando in maniera decisa la problematica della dipendenza dal gioco patologico, la quale comporta ripercussioni familiari ed economiche non solo sul singolo giocatore, bensì su interi nuclei familiari. Proprio l’aspetto della compulsività di tali fenomeni, evidenziato anche dai Servizi Sociali comunali, hanno spinto l’Amministrazione a disciplinare la dislocazione sul territorio delle sale da gioco, prevedendo un meccanismo di controllo delle attività. A completare la regolamentazione, interverrà l’emanazione di un’ordinanza sindacale che ne disciplinerà espressamente anche gli orari. Tra gli altri punti all’ordine del giorno anche la “Transazione con la Fondazione Madonna di Loreto” e le “Variazioni di bilancio ai sensi degli artt. 175 e 193 del TUEL”. Il Sindaco Dell’Aversana nel prendere parola ha rappresentato come “la presa d’atto da parte del Consiglio comunale dell’accordo transattivo inerente la vertenza Comune di Sant’Arpino/Fondazione Madonna di Loreto, rappresenti un atto di responsabilità di questa amministrazione, con cui si è decretato l’epilogo di un’annosa vicenda, che, partita male e proseguita peggio, viene trascinata da oltre 20 anni a seguito dell’esproprio del fondo su cui è sorto il Plesso scolastico “Cinquegrana” in località Paradiso e che oggi termina con la richiesta di mutuo da parte dell’Ente”. Quanto alla “Variazioni di bilancio” le stesse “si sono rese necessarie – precisa il Sindaco Dell’Aversanaper l’insufficienza di talune previsioni di bilancio, che hanno reso necessario, al fine di assicurare la copertura delle maggiori spese che dovranno essere impegnate nel corso dell’esercizio corrente, apportare, alle predette previsioni le opportune variazioni sia nelle entrate che nelle uscite”. Tra i punti all’o.d.g. anche la proposta di adesione alla “Promozione della Lingua dei Segni Italiana (LIS)”, al fine di sensibilizzare il Parlamento Italiano all’emanazione di una legge per il riconoscimento della Lingua dei Segni Italiana. La votazione unanime del Consiglio è stata accompagnata dalla presenza in aula consiliare di una delegazione di sordomuti insieme al Presidente provinciale dell’ENS (Ente Nazionale Sordi) che è intervenuto in segno di ringraziamento.

 
(Visited 81 times, 1 visits today)
Share