Sant’Arpino. Via libera a numerosi provvedimenti per famiglie in difficoltà e diversamente abili

Sant’Arpino    Via libera da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Dell’Aversana, ed in particolare dall’assessorato ai servizi sociali retto da Loredana Di Monte, a tutta un serie di provvedimenti in favore delle fasce sociali più deboli.

Sono proprio lo stesso primo cittadino e l’assessore Di Monte ad annunciare come “Il Consorzio intercomunale per i Servizi Socio-Sanitario, abbia deliberato l’accoglimento del progetto “Voucher Sociali”, presentato dalla nostra amministrazione comunale  per aiutare i nuclei familiari in condizioni di disagio socio-economico  con  l’erogazione di voucher farmaceutici spendibili presso la farmacia comunale. Per partecipare  al progetto i cittadini  devono presentare certificazione attestante la patologia e con modelloIisee in corso di validità dal quale si attesti che abbiano un Isee non superiore ai Cinquemila Euro. Su richiesta dell'amministrazione comunale la somma che sarà erogata sarà particolarmente rilevante”.  

Venendo alle politiche in favore dei diversamente abili Dell’Aversana e la Di Monte annunciano come sempre a seguito della richiesta dell’amministrazione comunale “sono stati finanziati altri 5.000,00 Euro dal C.I.S.S. per il progetto " Disabili...Vivere Il Parco”, che consentirà la realizzazione di area attrezzata e giostrine per disabili con  messa in sicurezza degli spazi verdi nei parchi pubblici. Sempre per i diversamente abili sono in corso importanti servizi quali il contributo per le spese di benzina per terapie con rimborsi molto più alti rispetto al passato ed il trasporto disabili a totale carico del bilancio comunale”.

Venendo all’ambito dei servizi sociali inteso in maniera più ampia si ricorda come “il nostro comune cura l’attuazione del Reddito di Inclusione (REI) come contrasto alla povertà attraverso  un beneficio economico, erogato mensilmente con carta di pagamento elettronica (Carta REI), e un progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà in rete con altri servizi territoriali (ad esempio Centri per l'Impiego, Asl, Scuole, ecc.), nonché con soggetti privati come gli enti no profit. Al Comune di Sant’Arpino  sono pervenute 739 richieste per accesso al contributo REI 230 sono i nuclei attualmente beneficiari e sottoscritti nel progetto sociale. Il progetto definito sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni da parte dei servizi coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare.

 “Fra i servizi del nostro comune- aggiungono Dell’Aversana e Di Monte- non va dimenticato il Segretariato Sociale d'ambito che  fornisce  consulenza ai cittadini  con la presenza di un tecnico operatore e un’assistente sociale per  dare  informazioni  in merito  alle prestazioni, alle modalità di accesso ai servizi disponibili nel territorio che possono risultare utili per affrontare esigenze personali e familiari. riuscendo a garantire :  ascolto, orientamento, filtro  e monitoraggio dei bisogni diventando punto di accesso alla rete dei servizi.

Un impegno- chiosano sindaco ed assessore- a  360 gradi, grazie al quale i nostri servizi sociali,  sebbene in forte carenza di organico e con pochi mezzi, riescono tutti i giorni dell’anno a dare risposte ai bisogni del territorio aiutando chi soffre e chi è in difficoltà”.

(Visited 262 times, 1 visits today)
Share