Ultim’ora Orta di Atella. Chiusura farmacia. Oltre cento persone in protesta sotto la casa del sindaco

ORTA DI ATELLA. Lottare per lavorare. Non dovrebbe accadere nel 2019, in una società che si dichiara civile. Ebbene è quello che succede a Orta di Atella, il più grande dei Comuni atellani, dove 14 dipendenti di una farmacia chiusa in seguito ad un provvedimento comunale, molto discutibile, sono in protesta da tre giorni e restano aggrappati ad una sola speranza: lavorare.

Non mollano i lavoratori. Non mollano le loro famiglie e non mollano i cittadini ortesi che, sempre più numerosi, seguono le energiche dipendenti della farmacia che non arretrano un millimetro e, dopo aver protestato due giorni (24 ore al giorno) sono state interessate, oggi, da un provvedimento di sgombero da parte delle forze dell'ordine. Il presidio dei lavoratori si è dovuto spostare di qualche metro, dal primo piano della Casa Municipale al piazzale antistante il Comune. E qui continuerà il presidio presso il Municipio, il punto di riferimento amministrativo ma soprattutto morale, e umano, della popolazione ortese.

Questa sera i dipendenti, con oltre cento persone al seguito, si sono recati in corteo, dalla Casa Comunale presso l'abitazione del sindaco Andrea Villano. Stanno protestando da oltre un'ora in via Carducci ma il primo cittadino, che probabilmente non è in casa, non è ancora sceso ad incontrare i lavoratori e i suoi concittadini.

Di seguito alcuni video dalla protesta dal nostro inviato di Atella NEWS:
(Visited 2.996 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *