VIDEO – Aversa, ieri presentazione del Pride di sabato. Diana:”Momento di gioia e di divertimento ma anche di riflessione”

AVERSA. Nella giornata di martedì 21 giugno, presso l’aula consiliare del Municipio di Aversa (CE), si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’Aversa Pride 2022. La manifestazione della fierezza LGBTQIA+, organizzata dall’associazione “Rain Arcigay Caserta” e dal comitato promotore dell’Aversa Pride, il quale vede al suo interno la partecipazione di numerose realtà associative e di volontariato attive nella provincia di Caserta, si terrà nel pomeriggio di sabato 25 giugno. Si tratterà di una giornata storica per Aversa e per gli aversani, i quali vedranno per la prima volta la loro città venire attraversata dalla gioia, dalla festa e dai colori delle bandiere arcobaleno e da tutte quelle persone che chiedono una società che assicuri maggiori diritti, tutele e inclusività nel rispetto delle diversità e della dignità di ognuno.

A introdurre gli obiettivi, le finalità e il programma della manifestazione LGBTQIA+, nel corso della conferenza, è stato Bernardo Diana, presidente di “Rain Arcigay Caserta” nonché portavoce del comitato promotore del Pride. “Sabato 25 giugno sarà una giornata storica per la città di Aversa e per tutta la provincia di Caserta. Finalmente, dopo due anni di restrizioni e di limitazioni a causa della pandemia, la gioia, i colori e l’amore del Pride torneranno ufficialmente a riempire le strade e le piazze delle nostre città, e lo faranno chiedendo più diritti per tutti e per tutte, senza distinzioni di sesso e di genere. In queste settimane - prosegue il presidente di “Rain Arcigay” - abbiamo realizzato numerose iniziative sul territorio, con eventi culturali e sociali incentrati non solo sul rispetto delle diversità, ma anche affrontando i temi della medicina di genere e della prevenzione dalle infezioni sessualmente trasmissibili. Vogliamo invitare le istituzioni della provincia di Caserta e gli amministratori locali - afferma Diana - a sostenere con maggiore convinzione e incisività la promozione di politiche sociali per il riconoscimento dei diritti delle persone LGBTQIA+. Un ringraziamento non può che andare alla Città di Aversa, la quale ci ha offerto accoglienza e ospitalità, così come le tante associazioni coinvolte e i volontari provenienti da ogni angolo della provincia i quali stanno svolgendo un grande lavoro affinché quella di sabato sia una giornata indimenticabile. Insieme a tanti e tante stiamo riscrivendo la storia dei nostri territori. L’Aversa Pride non è che una tappa fondamentale per il riconoscimento dei diritti civili e sociali della comunità LGBTQIA+. Le nostre iniziative non finiranno qui e proseguiranno nelle prossime settimane, per questo vi aspettiamo sabato pomeriggio in piazza ad Aversa, per ribadire che i diritti delle persone gay, lesbiche e transgender sono i diritti di tutt*! Non mancate!”, è l’appello lanciato dal portavoce del Pride. 

Nel corso della conferenza stampa è intervenuto anche il primo cittadino di Aversa Alfonso Golia il quale ha firmato, assieme alla giunta, la delibera che prevede la concessione del patrocinio morale da parte dell’amministrazione comunale nei confronti dell'Aversa Pride. “Non posso che ringraziare gli organizzatori di questa importante manifestazione incentrata sui diritti delle persone per aver scelto la nostra città”, ha esordito il sindaco, che ha proseguito: ”Si tratta di una grande opportunità per Aversa, non solo per la positiva ricaduta economica sul territorio in quanto attirerà e coinvolgerà gente da ogni angolo della provincia e della regione, ma rappresenta anche un momento fondamentale per riflettere su quanto sia necessario discutere dei temi dell’uguaglianza e del rispetto delle differenze. La Città di Aversa e gli aversani sono pronti ad accogliere con entusiasmo il Pride con quell’apertura e quell’accoglienza che li ha sempre contraddistinti. Come amministrazione ci schieriamo apertamente contro ogni tipo di sopruso e siamo pronti a sostenere iniziative all’insegna del riconoscimento delle diversità nonché della promozione di politiche di inclusione sociale, di integrazione e di accoglienza”, ha concluso il primo cittadino aversano. 

Presente alla conferenza anche un pezzo importante della giunta comunale aversana rappresentata per l’occasione dall’assessora alle Pari opportunità Elena Caterino e dall’assessora alla Cultura Luisa Melillo. “Il nostro impegno come amministratori locali è quello di rendere Aversa una città accogliente, inclusiva e a prova di diritti”, ha affermato l’assessora Caterino, che ha proseguito: “Il Pride rappresenta un momento importante per accendere i riflettori su un tema non più rimandabile come quello dei diritti civili ma anche per sostenere politiche che combattano efficacemente l’omotransfobia, la xenofobia e il bullismo soprattutto tra i giovani. Per questo motivo ci faremo promotori di progetti e di iniziative incentrate sull’inclusività e sul rispetto delle diversità anche nelle scuole. Siamo convinti che il Pride sarà una grande giornata all’insegna dei diritti, per tale ragione l’amministrazione aversana sta lavorando affinché il tutto si svolga nel miglior modo possibile, facendo capire l’importanza di questa manifestazione”, ha concluso fiduciosa l’assessora alle Pari opportunità del Comune di Aversa. Dello stesso avviso anche l’assessora alla Cultura Luisa Melillo, collegata alla conferenza in diretta streaming. “L’amministrazione di Aversa si schiera dalla parte di chi chiede maggiori tutele nonché il riconoscimento dei propri diritti. La cultura resta per noi uno degli strumenti più efficaci non solo per esprimere solidarietà e per schierarci dalla parte giusta, ma anche per combattere ogni tipo di esclusione e di odio legati al sesso e al genere. La battaglia che abbiamo di fronte per superare luoghi comuni, pregiudizi e discriminazioni è anche e soprattutto culturale”, ha concluso l’assessora al termine della diretta.

Nel corso della conferenza stampa sono intervenute anche diverse delegazioni di associazioni attive sul territorio le quali hanno aderito al comitato promotore e preso parte, in maniera attiva, alla fase realizzativa dell'Aversa Pride. Ad intervenire sono state Assia Rasulo, presidente dell’associazione “Officina Femminista”; Margherita Santullo, portavoce dell’associazione “Controsenso”; Daniela Simeoli, della libreria “Il Dono”; Sofia Duraccio, dell’associazione giovanile “Go! - Giovani Ortesi” e Maria Iovinelli, dell’associazione “Arci - Spaccio Culturale”. 

Durante la conferenza stampa è stato illustrato dagli organizzatori il programma dell’Aversa Pride 2022. Il raduno della parata si terrà alle ore 16:00 in via Arturo Garofano (riferimento civico 130), nei pressi del locale “Il Funambolo Ubriaco”, raggiungibile a piedi dalla stazione ferroviaria di Aversa in pochi minuti. Da qui partirà la parata, animata da un carro musicale addobbato con i colori dell'arcobaleno il quale attraverserà, assieme ai manifestanti, via Arturo Garofano. Successivamente il corteo proseguirà il tragitto lungo via Roma passando sotto l’Arco dell’Annunziata. L’arrivo della marcia è fissato all’interno del parco “Arturo Pozzi” con ingresso da via Roma. Nel parco saranno allestiti diversi stand gastronomici e un palco dal quale si esibiranno musicisti e artisti che con le loro performance daranno un’ulteriore scossa e vitalità al Pride. L’evento proseguirà quindi alle ore 19:30 con un festival musicale durante il quale si esibiranno: Immanuel Casto, HU, Tony Tammaro, Blindur, CIMINI, Micaela Tempesta, Oriana Lippa, A Smile from Godzilla, Federa ed Eloise D’Egidio. La manifestazione avrà una presentatrice d’eccezione, la speaker radiofonica Rosanna Iannacone e sarà accompagnata dalla musica della DJ Miss Double A. Dal palco si terranno inoltre gli interventi da parte delle associazioni aderenti al Pride nonché i saluti da parte delle istituzioni della Città di Aversa. Sempre sul palco del Pride non farà mancare la sua presenza Luciano Lopopolo, presidente nazionale di “Arcigay”.

L’Aversa Pride 2022 ha ricevuto a oggi i patrocini morali della Provincia di Caserta; delle città di Caserta, Aversa e Marcianise e dei comuni di Casal di Principe, Orta di Atella, Sant’Arpino, Succivo, Cesa, San Prisco, Caiazzo, Castel Morrone e Gioia Sannitica. Tra i patrocini spiccano anche quelli del Consorzio per l'Area di Sviluppo Industriale di Caserta, dell’Associazione per il Volontariato Casertano, dell’Onda Pride e dell’European Pride Organiser Association. Fanno parte del comitato organizzatore: “Rain Arcigay Caserta ODV”, “CGIL Caserta”, libreria-biblioteca sociale “Il Dono”, “Controsenso”, “Officina Femminista”, “Arci - Spaccio Culturale”, “Go! - Giovani ortesi”, “Radici” e il coordinamento provinciale di “Libera - Contro le mafie” di Caserta. Ulteriori adesioni sono in arrivo di ora in ora. I partner commerciali e gli sponsor ufficiali del Pride sono: “Imperial Aversa”, “Taboo Love Toys”, “012factory”, “Cerberus comics & games”, “Alfonsino”, “Il Funambolo Ubriaco”, “Il Ventinove”, “ÒLive”, “Crush Store” e “Osteria Bagno Santo”.

(Visited 76 times, 1 visits today)
Share
Translate »