Area Atellana, la questione del saluto romano all’ex municipio finisce in parlamento: presentata interrogazione dall’on. Anna Maria Carloni

carloniArea atellana. Di seguito l'interrogazione parlamentare dell'on. Anna Maria Carloni, presentata ieri, 28 marzo 2017, tra gli interventi di fine seduta alla Camera dei Deputati, relativa alla questione degli alunni vestiti da balilla.

Signor Presidente, il FAI, Fondo ambiente italiano, ogni anno organizza le Giornate di primavera, durante le quali vengono aperti al pubblico numerosi siti culturali. Durante l'edizione di quest'anno, lo scorso weekend, i Comuni di Orta di Atella, Succivo e Sant'Arpino, in provincia di Caserta, hanno organizzato, in collaborazione con alcune scuole, un percorso storico-culturale per rievocare il periodo durante il quale le tre città erano unificate in un unico comune, dal 1928 al 1946. Secondo quanto riportato da diversi organi di stampa, durante una di queste manifestazioni sono stati fatti sfilare i diversi alunni vestiti in tenuta da balilla, l'organizzazione paramilitare giovanile del regime fascista. La sfilata si è conclusa con tanto di saluto romano nel cortile del Comune di Orta di Atella, immortalato in diverse fotografie, diffuse, poi, sui social network.

Un tale accadimento ha suscitato lo sdegno di tanti che si riconoscono nei valori dell'antifascismo, in particolare di chi, come i membri dell'associazioni partigiane, hanno lottato per liberare l'Italia da quella dittatura. Il fatto è ancora più grave e offensivo se consideriamo che uno dei tre comuni, Orta di Atella, è stato insignito della medaglia d'argento al merito civile proprio per aver subito una violenta rappresaglia nazifascista. Pertanto, ho presentato un'interrogazione al Ministro dei Beni Culturali Franceschini e alla Ministra dell'istruzione Fedeli e chiedo alla Presidenza di attivarsi per una risposta immediata, così come immediate dovrebbero essere le iniziative per riportare in quelle scuole, a quei ragazzi, il senso più autentico dei valori costituzionali dell'antifascismo e quello delle sofferenze, della violenza, dei soprusi e della guerra patite per mano del nazifascismo.

(Visited 1.044 times, 1 visits today)
Share