Con le eco-stations dell’azienda santarpinese Garby i cittadini di Casapulla e San Nicola la Strada riciclano plastica in cambio di coupon per acquisti presso i negozi locali

Sant'Arpino     Una sinergia pubblico/privato in grado di dare risposte immediate in termini di impatto ambientale e che presenta vantaggi, anche economici, per i cittadini virtuosi. E’ questa la mission alla base dell’accordo stipulato dalla Garby Italia, azienda creata da imprenditori santarpinesi fra cui Tommaso Soreca, con i comuni di Casapulla e San Nicola la Strada.

In forza di tali convenzioni la società con sede a San Marco Evangelista ha installato 6 eco-stations, equamente ripartite fra i due centri di Terra di Lavoro, dove i cittadini possono conferire rifiuti in plastica ricevendo in cambio dei coupon da spendere presso attività commerciali locali, anch’esse convenzionate.

In altre parole si mette in moto quello che a tutti gli effetti può essere definito un ciclo virtuoso a 360 gradi e che consente, fra l’altro, al materiale recuperato di entrare a far parte circuito di Corepla.

Da sempre- illustrano i promotori dell’iniziativa- produciamo un sistema fondato sulle seguenti fondamenta: riciclo-guadagno-riconversione-riutilizzo.

In altre parole etica e remunerazione, in quanto questa forma di mercato si fonda sulla conversione degli eco-punti in sconti e promozioni. Veri e propri incentivi al riciclo. Finalmente anche in Provincia di Caserta, i comuni di Casapulla e San Nicola la Strada, come già fatto da molti altri centri in tutta Italia hanno adottato i nostri sistemi. Analizzando i dati provenienti dalle realtà già strutturate, è palese come le varie comunità hanno tratto enorme beneficio, sia in termini di innalzamento delle percentuali di raccolta plastica di flusso C per i CPL, sia in termini di generale miglioramento di tutta la raccolta differenziata.

Del resto tutti i nostri dispositivi per i materiali da recupero sono dotati di “funzione rilascio premialità” con emissione di coupon, ma prevedono anche la possibilità di lettore tessere sanitarie, codice a barre e fidelity card, oltre che il controllo da remoto della funzionalità del macchinario ed uno schermo lcd per il passaggio di messaggi e comunicati di interesse commerciale o di pubblica utilità.

La lettura della tessera sanitaria rende possibile la tracciabilità del cittadino conferente certificandone il comportamento virtuoso, che da alcuni enti, è premiato, non solo con uno sgravio fiscale sulla tassa rifiuti ma anche con servizi.

Dall’altro alto della barricata i cittadini percepiscono il progetto come appartenente ad un’amministrazione attenta ed aperta alle innovazioni e all’uso intelligente delle iniziative private sul territorio, e considerano l’incentivo offerto tramite sconti, buoni spesa e promozioni come uno sgravio economico assimilabile ad uno sconto per la tassa rifiuti”.

Attualmente le eco-stations a Casapulla sono installate in Via Rimembranza, Via J.F. Kennedy ed in Piazza Mercato, mentre a San Nicola La Strada in Via Carlo Levi, Via Milano e Via Grotta

(Visited 194 times, 1 visits today)
Share