Consiglio Comunale aperto, Dell’Aversana “La mia solidarietà alla Boerio per l’ennesima mortificazione politica subita”. Maisto conferma la presenza di Sant’Arpino al Centro

palazzo-ducaleSant’Arpino   Si infiamma la polemica in vista del consiglio comunale aperto di sabato prossimo dedicato alla discussione sul futuro della Multiservizi Ecoatellana. A dar fuoco alle polveri è stata la decisione a sorpresa del gruppo di “Alleanza Democratica per Sant’Arpino” di non partecipare a questa seduta, dopo che lo scorso 23 Febbraio la capogruppo consiliare del più piccolo dei movimenti di opposizione, Iolanda Boerio, aveva concordato con i rappresentanti delle altre forze politiche e la Presidente del Consiglio Comunale, Ivana Tinto, data e modalità di svolgimento di tale consiglio comunale.

Nei giorni scorsi, però, è arrivata la decisione di non prendere parte ai lavori, dopo un post su facebook in tal senso dell’ex sindaco Eugenio Di Santo.

Ed è, invece, l’attuale primo cittadino Giuseppe Dell’Aversana, sempre attraverso il noto social network a rammentare come la Boerio abbia “concordato in commissione consiliare e conferenza dei capigruppo data, modalità ed argomenti del consiglio comunale aperto” ed ora si espone “ad  una figuraccia politica colossale”. E per Dell’Aversana è Di Santo ad aver “distrutto la Multiservizi indebitandola fino al collo, ed ora ti mortifica politicamente smentendo quello che tu liberamente e democraticamente hai deciso in conferenza dei capigruppo. Se permetti a questo punto ti esprimo io la mia solidarietà per questa ennesima tua mortificazione politica. Come donna e come consigliere comunale ci spieghi come cavolo fai a resistere a tali umiliazioni?”. E Dell’Aversana invita la Boerio a “non prendere parte più alle commissioni consiliari vista la tua inutilità decisionale”.

Dell’Aversana ribadisce che “sulla Multiservizi le decisioni sono ancora aperte. Di sicuro c'è solo che il sottoscritto non intende prendersi responsabilità contabili non sue. I tre bilanci della Multiservizi non approvati dalle amministrazioni precedenti ed i debiti che ha lasciato non possono ricadere sul sottoscritto o sulla collettività santarpinese. Quest'amministrazione saprà assumere tutte le decisioni opportune che possono salvare il lavoro ai dipendenti ed un esborso enorme alle casse comunali”.

E da noi raggiunto stamattina, invece, Elpidio Maisto, capogruppo, di “Sant’Arpino al Centro” ha confermato la presenza della sua formazione al consiglio comunale aperto di sabato prossimo, respingendo, dunque, l’invito di Alleanza Democratica.

(Visited 287 times, 1 visits today)
Share