DELL’AVERSANA. “TRASPARENZA SUI TROPPI DEBITI E SULLE POCHE ENTRATE. ORA OCCORRE PROVVEDERE”

DSC_2375Sant'Arpino      Continua l'azione informativa del sindaco di Sant'Arpino Giuseppe Dell'Aversana attraverso i social. Con dei post su  facebook il primo cittadino santarpinese. quotidianamente illustra la situazione economica del comune. Dopo aver comunicato le minori entrate della tassa rifiuti e dell'acqua, Dell'Aversana ha denunciato i dati dell'evasione IMU seconda casa. In pratica dal 2012  fino all'anno 2016 il comune di Sant'Arpino ha avuto  minori entrate IMU di 2.750.000 euro.

" Una cifra colossale- ha dichiarato il primo cittadino- che avrebbe consentito di asfaltare intere strade del paese. Invece a  causa di questi minori incassi, il comune è costretto a ricorrere ad anticipazioni dal tesoriere su cui paghiamo interessi. Ora  sarà l'agenzia delle entrate a provvedere all'incasso dei morosi " Secondo quanto riporta il primo cittadino alla data del 30 giugno il tesoriere avrebbe già anticipato una somma pari a 833.400 euro su cui poi dovranno essere calcolati gli interessi. Nell'ultimo post del sindaco vengono poi snocciolati i debiti del comune da cui risulta che il comune deve pagare  transazioni  per 313.000 euro. Ha debiti  con Enel  per oltre 650.000 euro.  Ha un contenzioso con la ditta Trasporti Rifiuti per oltre centomila euro. Deve alla GISEC  oltre un milione e quattrocentomila euro. Deve alla IAP  200.000 euro per aggio imu/tasi  ed  oltre 42.000 euro all'azienda del GAS. Ha un debito di oltre 40.000 euro per la costruzione dell'auditorium. Debiti per 150.000 verso la farmacia comunale.. Alla Multiservizi deve pagare 450.000 euro di lavori. Per l'ambito  C6  deve  250.000 euro. Deve 180.00 euro per la mensa scolastica e 30.000 euro all'azienda che effettua il trasporto disabili, 70.000 euro per interessi su anticipazioni tesoreria.  Per debiti acqua  deve alla Regione Campania 430 mila euro per il 2017 ed altrettanti per il 2018.. Il comune tiene  80.000 euro di debiti con la ditta che effettua la pulizia casa comunale ed oltre 25.000 euro con la ditta che effettua il trasporto dei cittadini al mercato settimanale. Con  Fast Web  un debito di  78.000 euro.. Per espropri terreni 260.000 euro per Parco Cirillo,  300.000 per  parcheggio  Teverolaccio, ed altri 170.000 euro alla fondazione Madonna di Loreto. Debiti per circa 20.000 euro per fitto terreno. Per espropri circumvallazione esterna, per Parco archeologico e per contenziosi legali il debito totale si avvicina ai due milioni di euro. Al canile  è dovuto oltre 14.000 euro ed al consorzio idrico un milione e trecentomila. Inoltre ha scritto Dell'Aversana le casse comunali sono costrette a pagare 600.000 euro annui di mutuo per il prestito di liquidità di quindici milioni di euro ed altri 700.000 mila euro annui di mutui per opere infrastrutturali. "Questi mutui da pagare sono come un macigno da portare sulle spalle di un bambino. Abbiamo ora il dovere morale e politico, nell'interesse della collettività di affrontare a viso aperto questi debiti del passato  senza  nascondere la polvere  sotto al tappeto. In un anno soltanto abbiamo fatto un enorme lavoro di catalogazione e censimento dei debiti ora i numeri sono chiari per decidere la strada" Molto probabilmente in occasione della verifica degli equilibri di bilancio, in occasione del consiglio comunale del 31 luglio, la maggioranza assumerà importanti decisioni politiche in merito a questa difficilissima situazione economica e contabile in cui è venuto a trovarsi l'ente comunale.

(Visited 234 times, 1 visits today)
Share