Ex Municipio di Atella di Napoli. Domani la presentazione di “Fabula”, il laboratorio di Comunità Legalità, azione civile e valorizzazione dei beni comuni

Area Atellana    La comunità atellana prova a reagire a poche settimane dai due gesti vandalici e intimidatori di inaudita violenza perpetrati ai danni dell’ex Municipio di Atella di Napoli, forte simbolo di identità territoriale.

Dopo il flash mob #AmoAtella, proprio all’interno  dell’ex Municipio di Atella, per domani (18 luglio) è prevista la presentazione del progetto “Fabula – Laboratorio di Comunità. Legalità, azione civile e valorizzazione dei beni comuni”.

Fabula è uno dei sette interventi sostenuti da Fondazione con il Sud in tutto il Mezzogiorno, nell’ambito del bando storico artistico culturale “il bene torna comune”. Prevede uno sviluppo triennale e coinvolge i partner: Terra Felix, F2Lab, Creactivitas - Creative Economy Lab, Polo Museale della Campania, Cantiere Giovani, Coordinamento Sviluppo Locale, FederHand/Fish Campania onlus, Il Colibrì, Istituto Studi Atellani, Pro Loco Sant’Arpino, Social Techno.

Il progetto, in particolare, è finalizzato alla riattivazione dell’ex Municipio di Atella trasformandolo nel Salotto della Città Atellana attraverso il trasferimento in esso del Museo Archeologico di Atella e l’attivazione di una serie di servizi ed eventi di particolare spessore sociale e culturale. Con “Fabula”, dunque, l’ex Municipio torna ad essere un bene comune fruibile diventando uno spazio polifunzionale di grande aggregazione non solo della popolazione locale.

All’iniziativa di domani, il cui inizio è fissato per le ore 17:30,  coordinata dal caporedattore di Avvenire Toni Mira, porteranno il loro saluto i sindaci dei comuni proprietari della struttura: Giuseppe dell’Aversana (Sant’Arpino), Gianni Colella (Succivo), Andrea Villano (Orta di Atella).

Interverranno inoltre: Antonio Pascale, cooperativa Terra felix; Anna Imponente, direttore del Polo Museale della Campania; Mons. Angelo Spinillo, vescovo di Aversa; Antonello Ardituro, magistrato e consigliere del Consiglio Superiore della Magistratura; Vanessa Pallucchi, vicepresidente di Legambiente nazionale; Anna Ceprano, presidente Legacoop Campania; Stefano Consiglio, direttore del Dipartimento di Scienze Sociali della Federico II di Napoli. A concludere sarà Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione con il Sud.

Saranno presenti anche il Questore e il Prefetto di Caserta, rispettivamente Antonio Borrelli e Raffaele Ruberto;  il Presidente della Provincia di Caserta Giorgio Magliocca; i rappresentanti del Centro Servizi al Volontariato di Napoli e Caserta, del Comitato Don Peppe Diana, di Libera – Coordinamento Provinciale di Caserta.

A fine serata sarà firmato l’appello al Governatore della Campania Vincenzo De Luca per avviare azioni di contrasto alla camorra necessarie per il riscatto e la rinascita civile del territorio di Atella.

L’evento, tra l’altro, è una tappa straordinaria del Festival dell’impegno civile, promosso dal Comitato Don Peppe Diana e da Libera Coordinamento Provinciale di Caserta
(Visited 238 times, 1 visits today)
Share