Problematiche ambientali, la Lega santarpinese scrive ai sindaci atellani. Fioratti e Sala:”prendere provvedimenti immediati per contrastare il problema”

SANT'ARPINO. E' un accorato appello quello che i dirigenti della locale sezione della Lega hanno rivolto, tramite l'invio di una lettera, ai sindaci dell'agro atellano per le problematiche legate alla terra dei fuochi che negli ultimi mesi stanno interessando l'area che comprende i Comuni di Sant'Arpino, Succivo, Orta di Atella, Cesa e Gricignano di Aversa.

"Gli sversamenti illeciti di rifiuti e i roghi tossici rappresentano un problema che deturpa quotidianamente il nostro territorio. - hanno scritto nella missiva Gianluca Fioratti e Alessandro Sala, rispettivamente coordinatore e presidente della locale sezione leghista - Noi della "Lega Salvini" crediamo sia opportuno organizzare un incontro istituzionale per porre alla vostra attenzione delle proposte e condividere possibili provvedimenti utili a combattere questo dannoso problema"

I due dirigenti del partito guidato da Matteo Salvini hanno, poi, fissato in quattro punti le proposte per contrastare il fenomeno che attanaglia l'area atellana già da diversi anni ma che, con l'arrivo della bella stagione, cresce in modo esponenziale come successo negli ultimi anni.

"Per noi si dovrebbe partire dall'adozione delle seguenti misure - hanno scritto Sala e Fioratti nella lettera inviata alle fasce tricolori atellane - per iniziare a contrastare il problema che quotidianamente interessa i nostri cittadini:

1 - Sbarrare tutte le strade campestri adiacenti le aree sensibili già interessate da sversamenti.

2 -  Obbligare tutti i coloni a chiudere le sbarre e mappare il territorio identificando le zone maggiormente interessate dai roghi. Intensificare i controlli e inasprire le sanzioni ai proprietari nel caso in cui dovessero essere presenti cumuli di rifiuti sui terreni mappati. 

3 - Installazione telecamere nei punti sensibili

4 - Istituzione di un nucleo di Guardie Ambientali che, insieme al nucleo di protezione civile, provveda ad effettuare un'attività di controllo del territorio supportando i Vigili Urbani e le altre forze di Polizia.

Crediamo sia venuto il momento di agire senza voltarci indietro, con determinazione e senso di responsabilità.  Consapevoli del vostro grande amore per il territorio e fiduciosi del fatto che il nostro appello non sia vano, attendiamo un Vostro riscontro" hanno concluso i due rappresentanti leghisti che hanno inviato l'appello al sindaco di Sant'Arpino Giuseppe Dell'Aversana, al sindaco di Succivo Gianni Colella, al sindaco di Cesa Enzo Guida, al sindaco di Gricignano di Aversa Vincenzo Santagata, ai commissari prefettizi del Comune di Orta di Atella, a don Maurizio Patriciello, parroco impegnato da anni per la lotta ai reati ambientali, e al presidente della commissione trasparenza del Comune di Sant'Arpino Immacolata Quattromani.

(Visited 905 times, 1 visits today)
Share