Sant’Arpino, lapidi marmoree. Belardo-Coppola-Iovinella:”La delibera fa riferimento a errori ortografici. Il nome dell’ex sindaco era scritto male?”

SANT'ARPINO. Non si è fatta attendere la replica dei consiglieri Mimmo Iovinella, Rosaria Coppola e Speranza Belardo alle dichiarazioni di questo pomeriggio con cui il gruppo di maggioranza accusa Iovinella di "aver preso le distanze da se stesso" in quanto ha votato una delibera di giunta, quando era assessore ai lavori pubblici, in cui si programmavano gli interventi di pulizia e manutenzione delle lapidi.

"L'Amministrazione targata Dell'Aversana continua a coprirsi del senso del ridicolo - hanno dichiarato i tre consiglieri di opposizione - Pensa di dare lezioni di coerenza e di conoscenza della lingua italiana a Mimmo Iovinella, ma la verità è che qui non ci vuole un laureato in lettere ma un'equipe di psicologi e neorologi per comprendere i pensieri e le parole in assoluta libertà di alcuni soggetti. La delibera l'abbiamo letta, sembra scritta in lingua italiana e soprattutto per persone sane di mente. Essa fa riferimento alla "pulizia delle lapidi" da eventuali "errori ortografici". In italiano significa che dove c'erano errori ortografici occorreva correggerli (inserendo e togliendo qualche lettera). Forse c'erano errori di ortografia nel nome e cognome del Sindaco dell'epoca ?? Quindi lo avete cancellato per poi riscriverlo in italiano corretto ?? Avete persa l'ennesima occasione per tacere. Ma forse ha ragione lo "sfregiato" Di Santo quando dice che AL PEGGIO NON C'È MAI LIMITE. SIETE DAVVERO RIDICOLI. E in merito al contenuto IN LINGUA ITALIANA della delibera, un consiglio davvero spassionato: TORNATE A SCUOLA, ne avete tanto bisogno".

(Visited 348 times, 1 visits today)
Share