Regionali 2020. Marcello De Rosa ufficializza la candidatura con la lista “Noi Campani”. “Mi candido per dare voce ai cittadini. Loro, con me, in Regione”

CASAPESENNA. Ha ufficializzato poche ore fa fa la candidatura alle prossime elezioni regionali di settembre, Marcello De Rosa, sindaco di Casaspesenna

"Ho deciso, dopo un’attenta riflessione, di dare la mia disponibilità a candidarmi nella lista “Noi Campani”. - ha dichiarato la fascia tricolore casapesennese - Un passo necessario per dare slancio ad un territorio, quello della provincia di Caserta, che ha bisogno di importanti interventi di riqualificazione ma anche di un processo di valorizzazione delle numerose eccellenze".

De rosa ha poi sottolineato gli importanti risultati raggiunti da quando è alla guida del Comune dell'agro aversano e ha evidenziato il suo profondo legame con il territorio della provincia di Terra di Lavoro. Ha ringraziato, poi, il gruppo di governo che l'ha affiancato in questi anni e il consigliere regionale Luigi Bosco che ha fatto un passo indietro per dare spazio a nuovi candidati del territorio casertano.

"A Casapesenna, Comune in cui sono sindaco dal 2014, sono arrivati, da quando sono in carica, 14 milioni di finanziamenti per le opere pubbliche. - ha chiosato il primo cittadino - soldi che sono serviti a migliorare notevolmente la vivibilità del territorio. Per l’indissolubile legame con la mia provincia ho scelto di candidarmi, in accordo con il gruppo di maggioranza a cui va un sentito ringraziamento. Inoltre non posso non ringraziare Luigi Bosco, consigliere regionale uscente che con grande senso di responsabilità ha fatto un passo indietro e ha dato la possibilità, a tanti giovani e non giovani, di avere un’opportunità concreta grazie a “Noi Campani”.

Per il programma ha le idee chiare, il sindaco di Casapesenna. Un percorso semplice, il suo, pragmatico e senza fronzoli che sarà incentrato su quattro punti fondamentali legati a doppio filo con l'area casertana e con i cittadini.

"Il mio percorso seguirà quattro punti nevralgici. - ha concluso De Rosa - Un programma semplice ma concreto ed efficace. Agricoltura, Prodotti Tipici, Occupazione e Ambiente. Inoltre la mia pluriennale esperienza da amministratore mi spinge ad avviare un processo che porti a semplificare il rapporto Regione-cittadino. Da sindaco ho abbattuto i muri tra l’Ente Comune e la popolazione e credo fermamente che debba essere annullato anche il gap tra l’Ente Regione e i campani. Il cittadino non è utile solo per il consenso elettorale ma va ascoltato al fine di migliorare le problematiche che gli impediscono la piena vivibilità della sua Regione.

Con quest’avventura regionale lascio una posizione certa per qualcosa di incerto. E’ un pò da folli ma nella vita (e in politica) un pò di follia non guasta. Anche perché credo molto nel mio territorio, nella storia della mia terra e nelle persone che vivono quotidianamente la mia provincia. E’ per loro che mi candido. Loro, con me, in Regione".

(Visited 251 times, 1 visits today)
Share