Riducono in fin di vita un uomo per una sigaretta, arrestati Riccitiello di Sant’Arpino e Senneca di Maddaloni

ricciatiellosennecaSono Antonio Senneca, 27 anni di Maddaloni (Via Ponte Carolino, fino a 2 mesi ai domiciliari per droga), e Luigi Riccitiello 24 anni di Sant’Arpino di via Santa Maria delle Grazie (precedenti per droga) i due giovani della provincia di Caserta arrestati domenica pomeriggio a Roma per aver picchiato e ridotto in condizioni gravissime un 37enne all'interno della stazione Bologna della metropolitana B. I due aggressori sono stati arrestati con l'accusa di tentato omicidio in concorso dalla polizia subito dopo il fatto. Secondo quanto ricostruito, l'uomo aveva detto ai due aggressori, di non fumare sulla banchina. Per tutta risposta i due lo hanno aggredito colpendolo a calci e pugni fino a provocargli un'emorragia cerebrale. Il 37enne, soccorso dal 118, è stato portato in ospedale in codice rosso, dove gli sono stati riscontrati trauma cranico, frattura alla scatola cranica ed emorragia cerebrale.

(Visited 2.891 times, 1 visits today)
Share

Un pensiero riguardo “Riducono in fin di vita un uomo per una sigaretta, arrestati Riccitiello di Sant’Arpino e Senneca di Maddaloni

  • 26 Settembre 2016 in 13:17
    Permalink

    che bestie, loro e tutti quelli che sono scappati invece che fermarli

I commenti sono chiusi