Sant’Arpino, chiesto anticipo soldi per libri elementari. La preside Belardo:”I testi devono essere gratuiti!”

SANT’ARPINO. L’inizio dell’anno scolastico è alle porte e i genitori degli studenti hanno già iniziato da qualche mese la corsa per accaparrarsi in breve tempi i libri di testo che dovrebbero essere gratuiti per tutti gli studenti delle scuole elementari.

Così non è, però, perchè nel Comune atellano una cartolibreria ha chiesto ai genitori di anticipare le somme dei libri perchè il Comune sarebbe in ritardo con un pagamento relativo all'anno scorso. Una situazione su cui, nei giorni scorsi, si è espresso il dirigente scolastico Debora Belardo che ha evidenziato che i testi sono gratuiti per gli studenti della scuola primaria.

“Invito i genitori a non pagare i libri per far studiare i propri figli - ha fatto sapere la preside - in quanto i libri di testo devono essere garantiti per legge. Il diritto allo studio è garantito dagli articoli 33 e 34 della nostra costituzione e quest’anno le Istituzioni devono essere più vicine ai cittadini che hanno affrontato la difficile emergenza covid. Anche per questo, quest’anno, in accordo con l’assessore Loredana Di Monte, anticiperemo la consegna delle cedole librarie. Grazie ad alcuni finanziamenti ministeriali che sono arrivati nel nostro istituto, per quest’anno scolastico, tra l’altro, riusciremo a garantire anche i libri di testo per gran parte degli alunni della scuola media ma siamo in attesa delle autorizzazioni a procedere da parte del Ministero della pubblica istruzione”.

Ad esprimersi sull’argomento è stato, nei giorni scorsi, anche l’assessore alla pubblica istruzione Loredana Di Monte. “Si tratta di una sola cartolibreria a cui devono essere pagate le cedole dell’anno scorso. - ha fatto sapere la Di Monte - A giorni verrà sistemata la situazione. Siamo comunque in tempo per l’inizio dell’anno scolastico che inizierà il 14 settembre”.

(Visited 836 times, 1 visits today)
Share