Sant’Arpino. In arrivo i buoni spesa a sostegno del commercio locale e delle famiglie.

Sant'Arpino         L'amministrazione comunale avvisa i cittadini che a breve verrà distribuito un buono spesa del valore di euro 60 per ogni neonato del 2020. A portarlo nelle case saranno dei messaggeri speciali che, dopo la consultazione dell'anagrafe comunale, per verificare indirizzo, nome e cognome del neonato, si muoveranno per consegnare i bonus “NUOVE VITE 2020”, quale misura a supporto economico-sociale delle famiglie residenti a Sant’Arpino che abbiano nel proprio nucleo familiare un nuovo nato tra il 1 gennaio ed il 31 dicembre 2020.

Il bonus  - dichiara il Sindaco Giuseppe Dell’Aversana - sarà spendibile nelle farmacie, parafarmacie e farmasanitarie site sul territorio comunale per l'acquisto di prodotti per l’igiene e la salute del neonato, in considerazione del fatto che la fase della prima infanzia necessita di numerosi prodotti per il benessere dei neonati  e che l'anno 2020 ha influito fortemente sull'esposizione economica delle famiglie, aumentandone la fragilità sociale”. Si invitano le farmacie, parafarmacie, e farmasanitarie  che intendono essere  inserite nell’elenco degli esercizi commerciali disponibili ad accettare i buoni erogati dal Comune, ad inviare una mail al seguente indirizzo: servizisociali@comune.santarpino.ce.it entro le ore 12.00 del 10/01/2021.   L'amministrazione comunale  ha approvato anche un'iniziativa finalizzata a favorire le attività commerciali di vendita al dettaglio (diverse da quelle di generi alimentari, prodotti per l’igiene, farmacie e parafarmacie) maggiormente colpite sul piano economico per effetto degli ultimi DPCM. L'iniziativa chiamata “CompriAMO in Comune” è stata pensata anche come  misura a sostegno dei nuclei familiari con almeno due figli minori in presenza di determinati requisiti reddituali. "I buoni di importo parti ad euro 50  per ogni minore, saranno destinati come corrispettivo della spesa effettuata dalle famiglie  più esposte ai rischi di disagio economico derivanti dall'emergenza sanitaria - dichiara l'assessore ai servizi sociali Loredana Di Monte - ne avranno diritto i nuclei familiari con due figli minori e con un reddito  ISEE  in corso di validità riferito all’intero nucleo familiare di valore inferiore o uguale ad euro 8.000,00 che non hanno beneficato  dei "Buoni Spesa" del  bando scaduto il 15 dicembre. "Questi buoni potranno essere utilizzati per acquisti all'interno degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio (esclusi alimentari, farmacie e parafarmacie) presenti sul territorio comunale. Si invitano i negozi interessati all’inserimento nell’elenco comunale degli esercizi commerciali disponibili ad accettare i buoni CompriAMO in Comune" ad inviare adesione al seguente indirizzo e-mail: servizisociali@comune.santarpino.ce.it entro le ore 12.00 del 10/01/2021. La manifestazione di interesse dovrà riportare le seguenti informazioni: 1) Ragione Sociale; 2) Di esercitare l'attività commerciale sul territorio del Comune di Sant'Arpino; 3) Indirizzo e recapiti telefonici; 4) Partita IVA; 5) Orari di apertura; 6) Impegno a non applicare alcuna condizione per l’accettazione dei buoni spesa. I fondi relativi all'attuazione di questi interventi derivano dal decreto del Ministero dell’Interno del 11/11/2020 emanato di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, e dalle deliberazioni di Giunta Comunale con cui è stata approvata la variazione di bilancio ratificata poi in Consiglio Comunale e con cui sono stati stabiliti i criteri per l'utilizzo dei fondi ministeriali. Queste dunque le ulteriori misure a carattere sociale pensate e messe in campo dall’Amministrazione Dell’Aversana durante l’emergenza epidemiologica.

 
(Visited 318 times, 1 visits today)
Share