Sant’Arpino. L’amministrazione comunale “Di Santo ha incassato fino all’ultimo centesimo la sua indennità”

Sant'Arpino       Riceviamo e pubblichiamo dall'amministrazione comunale di Sant'Arpino

"Eugenio Di Santo, che  ha sempre distrutto tutto ciò che ha amministrato nella sua vita, oggi con l’aiuto della sua testa di legno tenta di aizzare gli istinti più bassi.  Accecato dal Dio Denaro, parla sempre delle indennità ed allora vogliamo ricordare  che durante il periodo nel quale ha ricoperto la carica di sindaco è costato alle casse comunali la somma di  208.286 euro.

La quasi totalità, "devoluta,”all’Associazione Padre Pasquale Ziello, che doveva fare beneficenza. Questa colossale cifra uscita dalle casse comunali è stata gestita esclusivamente da Di Santo, in perfetta solitudine. Nessuno è a conoscenza di cosa abbia fatto. Nessuno ha mai letto i documenti di rendicontazione. Tranne pochi spiccioli dati alla chiesa il grosso della cifra l'ha utilizzata a suo uso e consumo. I poveri di Sant'Arpino sono rimasti poveri. Nessun opera pubblica è stata realizzata, nessuna scuola riparata. Mr Braccialetto da Tennis, il finto benefattore, arrestato per aver chiesto un braccialetto a scapito della mensa dei bambini di scuola elementare (SOLO PER QUESTO DOVREBBE AMMUTOLIRE LUI E LA SUA TESTA DI LEGNO ) ha messo in tasca 208.286 euro e non ha rendicontato a nessuno. Nei bilanci comunali, è certificato che   NON  ha MAI rinunciato allo stipendio ed ha dato la sua indennità ad un'associazione di beneficenza chiamata Padre Pasquale Ziello. Nei bilanci si legge che Di Santo ed i suoi assessori sono costati alle casse comunali nell'anno 2008, la cifra di  77.698 euro.  Nell'anno 2009 sono costati  108.345 euro.  Nell'anno 2010 il sindaco Eugenio Di Santo insieme alla giunta costa al comune 105.879 euro.  Nell'anno 2011 la spesa di sindaco ed assessori  ammonta a 109.121 euro. Di Santo NON HA MAI RINUNCIATO ad un solo euro. L'anno 2012 Di Santo Eugenio con la giunta costò alle casse comunali 110.600 euro. Nell'anno anno 2013 costarono 55.123 euro e  l'associazione padre Pasquale Ziello ebbe accreditato su IBAN  del Banco di Napoli la somma di 33.300 euro.  L'amministrazione Di Santo nel suo complesso è costata oltre 600 mila euro alle casse comunali. Di Santo ha sempre intascato la sua indennità di sindaco. Nel mese di luglio 2013 il sindaco Eugenio Di Santo incassò l'indennità di fine mandato per euro 12.549,90 euro (per contanti) ed  ha incassato (senza rinunciare) anche la "buonuscita"  da sindaco nell'anno 2016 per euro 2.152. Mai ha rinunciato ad un centesimo dei soldi comunali. Questa è la verità, documentata e certificata".

   
(Visited 1.713 times, 1 visits today)
Share