Sant’Arpino. Piano di riequilibrio. Lunedì mattina il sindaco Dell’Aversana sarà ascoltato dalla Corte dei Conti

Sant'Arpino     A seguito di richiesta scritta la corte dei Conti ha concesso  udienza al sindaco Giuseppe Dell'Aversana che lunedì mattina sarà ascoltato a Napoli, presso la sede di via Acton dal magistrato che ha relazionato sul piano di riequilibrio, pluriennale del comune di Sant'Arpino.

Il sindaco illustrerà al magistrato le condizioni  in cui versa il comune e le difficoltà incontrate  per realizzare il piano di rientro di oltre 11 milioni di euro di debiti. "Chiederò lumi sulla strada migliore da intraprendere - dichiara il sindaco - la situazione debitoria del comune è sempre più catastrofica e abbiamo difficoltà  non solo a sostenere il piano  di riequilibrio ma anche a pagare la spesa corrente. Le entrate del piano non si sono realizzate, pochi i soldi in cassa, molti i creditori da pagare." In questi giorni l'amministrazione comunale ha dovuto rivedere al ribasso le stime di vendita degli alloggi di Housing sociale. Il primo bando è  andato deserto. Nessuno ha partecipato in quanto le case sebbene messe in vendita ad un prezzo calmierato non sono state vendute poiché il costo  si è dimostrato  alto rispetto al valore di mercato. Ora sceso il costo degli alloggi, se il bando  andrà in porto, il comune incasserà  dalla vendita  meno soldi di quelli previsti.

Vi saranno dunque  maggiori difficoltà a sostenere il piano di riequilibrio pluriennale che aveva il suo pilastro principale nell'incasso derivante dalla vendita degli alloggi di housing sociale. Intanto sono state avviate anche  le procedure per la vendita dei beni di Napoli, quattro  alloggi che il comune possiede sulla riviera di Chiaia che ora deve vendere per fare cassa. Nonostante i forti tagli di spesa operati in questi due anni dall'amministrazione comunale e nonostante la strenua caccia ad evasori e morosi, la situazione economica del comune rimane molto critica. Lunedì mattina, Dell'Aversana preoccupato per tale stato di cose,  illustrerà tutto ai  magistrati della Corte dei Conti per capire come uscire da questa difficile situazione facendo presente le forti difficoltà che incontra il comune per rispettare  il piano pluriennale di riequilibrio che prevede il pagamento di oltre 11 milioni di euro in venti anni per ripianare debiti pregressi. Intanto è stato convocato il consiglio comunale, venerdì  19 aprile,  per l'approvazione del bilancio previsionale del 2019.

(Visited 229 times, 1 visits today)
Share