Sant’Arpino. Voragine via Martiri Atellani. Firmato il Decreto Regionale. Al via i lavori

Sant'Arpino   Finalmente è stato firmato il decreto regionale che finanzia i lavori di messa in sicurezza della voragine creatasi su via Martiri atellani . Dopo le innumerevoli segnalazioni inviate dal sindaco nel corso di questi mesi a tutti gli organi sovracomunali, dopo le tante riunioni tenute in regione,  presso la direzione Generale per il Ciclo Integrato delle Acque dopo l'accordo del  9 settembre  con il quale si decise che il concessionario regionale AcquaCampania S.p.A. avrebbe proceduto agli interventi per la messa in sicurezza della condotta  acquedottistica e il ripristino dello stato dei luoghi, dopo i tanti sopralluoghi effettuati dai tecnici regionali, dopo l'elaborazione del progetto preliminare, dopo l'approvazione del progetto esecutivo, dopo le verifiche tecniche effettuate da ENEL  e Telecom,  ieri è stato firmato il decreto dirigenziale che chiude definitivamente il complesso iter procedurale per l'inizio dei lavori.

"Sono soddisfatto di questo immenso lavoro amministrativo che finalmente giunge a conclusione- dichiara il sindaco Giuseppe Dell'Aversana- la firma del decreto regionale è una notizia che mi riempie di gioia. Ora potranno avere inizio i lavori a cura della regione che ha competenza in materia. Ringrazio per il forte impegno l'onorevole Oliviero Gennaro che è stato sempre al fianco dell'amministrazione comunale in questo iter che  ha mostrato le grandi difficoltà burocratiche che esistono in Italia  per la realizzazione di opere pubbliche. " Dopo la voragine venutasi a creare il 12 maggio, numerosi sono stati gli incontri tenuti a Napoli fra gli amministratori comunali di Sant'Arpino ed i funzionari regionali. Il sindaco inviò anche una nota informativa al Prefetto ed alla Procura della Repubblica e l'ufficio tecnico comunale elaborò una stima di spesa dei lavori  trasmettendola subito al Genio Civile di Caserta ed alla Protezione Civile regionale. "Per mesi gli uffici regionali hanno fatto resistenza ad accollarsi oneri e responsabilità del ripristino- dichiara l'assessore ai lavori Pubblici Ernesto Di Serio-  il comune ha dovuto dimostrare che la voragine interessa un collettore fognario realizzato dall'ex Cassa per il mezzogiorno ed è attraversato anche da una grande conduttura di acqua potabile gestita da Acqua Campania spa. Non è stato facile ed è stato dura anche monitorare costantemente il dissesto." A breve,  verrà cantierizzato il sito interessato ai lavori che inizieranno entro una settimana a cura di acquaCampania spa che provvederà alla messa in sicurezza della  condotta acquedottistica DN700 di proprietà della Regione ed al ripristino della funzionalità del collettore fognario e rispristino dello stato dei luoghi.

(Visited 785 times, 1 visits today)
Share