Area Atellana, al via stasera nel Casale di Teverolaccio la seconda edizione di “C’è vino al Casale”

SUCCIVO. Al via, questa sera, la seconda edizione dell'evento  "C'è Vino al Casale", organizzato dall'associazione "Terra Antica" insieme ad altre realtà associative del territorio e interamente dedicato alla più famosa bevanda alcolica italiana che si svolgerà, durante tutto il weekend, all'interno del Casale di Teverolaccio.

L'ingresso alla manifestazione, unica nel suo genere nella zona per organizzazione ma soprattutto per l'elevata qualità gastronomica dei prodotti, è gratuito. Saranno presenti diverse e prestigiose cantine vitivinicole campane a cui si deve la produzione di importanti etichette in degustazione. L'asprinio, la Falanghina, l'Aglianico, il Casavecchia, e per ultimo ma non meno importante, il Pallagrello. Saranno questi  i vini che saranno proposti ai visitatori dalle quattro cantine presenti: Masseria Campito con il "Falasprì" e con l'Aspirino Dop Prosecco 2017 premiato al Vinitaly 2018, le Cantine Luongo con il Pallagrello e il Casavecchia, Villa Matilde con la Falanghina e le Cantine Ciervo con l'Aglianico Docg.

Non manca proprio niente al Casale di Teverolaccio se si pensa che, oltre alla vasta scelta di vini, numerose sono le proposte gastronomiche abbinate con cura dai ragazzi dell'associazione "Terra Antica". Sara' protagonista della serata la mozzarella di Bufala Dop del caseificio Di Santo, la salsiccia di maiale autoctona, i prodotti dell'orto a km zero e uno stand interamente dedicato ai prodotti gluten free a cura del ''Forno del Celiaco''.

Per completare il "menu" del Festival che già garantisce tanta qualità da un punto di vista enogastronomico, un ricco programma di eventi che partirà, tutti e tre i giorni, dalle 17. Convegni nell'auditorium, rappresentazioni teatrali, mostre, percorsi di gusto, artisti di strada, gruppi di tammorra, e tanta musica live con gruppi come "Quelli del bar Mario - Ligabue Tribute Band", "Sigma Six - Pink Floyd Tribute Band", e la scuola "Alma Club" che organizzerà una serata di ballo a cura di Pasquale Bonavolta.

“Siamo particolarmente soddisfatti di essere riusciti ad organizzare questa seconda edizione dell’evento dedicato al vino che abbiamo perfezionato rispetto all’anno scorso. Ci auguriamo possa diventare un importante appuntamento nel ricco calendario gastronomico di eventi dell’agro atellano, considerando soprattutto la forte vocazione territoriale che gli abbiamo dato” hanno fatto sapere i membri dell’associazione “Terra Antica”.

(Visited 113 times, 1 visits today)
Share