Emergenza furti a Succivo e Sant’Arpino. Quattro colpi in una sola notte

SONY DSC
Sant'Arpino /Succivo      Emergenza furti nell’agro atellano. Svariati esercizi commerciali dell’area atellana presi d’assalto dai ladri la settimana scorsa. Nella notte tra lunedì e martedì grasso, infatti, sono stati quattro i negozi ad essere stati interessati da furto o tentativo di furto. I ladri, durante la notte che precedeva il giorno di carnevale, sono riusciti ad intrufolarsi nel “Bartò”, un bar ubicato nei pressi di Piazza Quattro Novembre a Succivo, ed hanno prelevato il cassetto del registratore di cassa contenente poche decide di euro in monete, e alcuni bicchieri di plastica contenenti altre piccole somme di denaro, per un bottino totale di circa 200 euro. I delinquenti sono entrati nel bar scassinando, durante la notte, la serranda principale del negozio che dà sul corso del comune succivese. Hanno evitato l’accesso secondario probabilmente per la presenza delle telecamere di videosorveglianza di una banca adiacente al bar che non riprendono, però, l’accesso principale. Il cassetto della cassa è stato trovato pochi giorni dopo, vuoto, nei pressi del “Parco Azzurro” a Succivo ed è stato riconsegnato ai proprietari del bar. Durante la stessa notte, inoltre, i ladri sono entrati in azione anche presso una macelleria ubicata in Piazza della Resistenza (meglio conosciuta come piazzetta “paradiso”) a Sant’Arpino, a poche centinaia di metri dal “Bartò”. In questo caso, però, non sono riusciti ad entrare nel negozio poiché, come fanno sapere i proprietari del negozio, potrebbero aver avuto problemi con la serranda, che si apre elettronicamente. All’apertura della macelleria i titolari hanno trovato la serranda alzata alcune decine di centimetri e la serratura forzata. Durante la stessa notte, inoltre, i ladri hanno tentato un furto anche presso la paninoteca “Nando’s” in via martiri atellani a Sant’Arpino. Anche in questo caso, però, non sono riusciti ad entrare nel negozio. I furfanti hanno forzato la serratura della serranda ma, come fa sapere il proprietario, potrebbero aver rinunciato al furto a causa di un’ulteriore porta in ferro da aprire per accedere alla paninoteca. Anche in questo caso il titolare, all’apertura del negozio, ha trovato la serranda forzata e alzata di alcune decine di centimetri. L’ultimo raid ha interessato la Pizzeria “No Sto Pizza” di Succivo. I malviventi dopo aver forzato la serranda hanno asportato il cassetto della cassa trovandolo vuoto. Lo stesso cassetto è stato ritrovato in paese due giorni dopo e riconsegnato ai legittimi proprietari.
(Visited 1.941 times, 1 visits today)
Share