Martedì sera incontro fra i commercianti di Via Martiri Atellani ed i sindaci di Sant’Arpino, Orta di Atella e Succivo

Area  Atellana        Martedì sera alle ore 20:00 nel Palazzo Ducale del Comune di Sant’Arpino ci sarà un incontro fra i commercianti di Via Martiri Atellani, ed il primo cittadino di Sant'Arpino Giuseppe Dell’Aversana, il suo collega di Succivo, Gianni Colella, ed il collega di Orta di Atella Andrea Villano. La riunione, a cui presenzieranno anche altri amministratori atellani con in testa l’assessore ai lavori pubblici santarpinese Ernesto Di Serio, servirà per fare il punto della situazione sugli interventi di ripristino del collettore fognario il cui crollo lo scorso 12 Maggio ha provocato una voragine che ha di fatto tagliato in due la strada provinciale Caivano-Aversa nel tratto al confine fra i comuni di Sant’Arpino e Succivo. I commercianti  da mesi sono preoccupati per la chiusura della strada. La Regione Campania, che ha realizzato il collettore fognario e gestisce il ciclo integrato delle acque è stata chiamata a dare risposte dal sindaco Giuseppe Dell'Aversana, il quale si è recato diverse volte a Napoli negli uffici regionali, ove ha ricevuto precisi impegni  dal vice presidente Fulvio Bonavitacola che ha la delega regionale all'ambiente.

Come è noto il costo per i lavori è stato quantificato in 210 mila Euro. Molto probabilmente all’incontro di martedì sera interverrà anche qualche esponente istituzionale della Regione Campania, per notiziare amministratori e cittadini su cosa intende fare l’ente di Via Santa Lucia deputato a riparare il collettore interessato dal crollo. Dopo aver affrontato il tema della chiusura della strada provinciale, i tre sindaci di Sant'Arpino Orta di Atella e Succivo, si confronteranno,  anche sulle necessarie iniziative da mettere in campo per far ripartire la ristrutturazione dell'ex Municipio di Atella di Napoli, che l'altro ieri ha subito un ennesimo furto. Anche per questo edificio sono previsti richieste di finanziamenti regionali per la messa in sicurezza e messa in funzione alla luce del finanziamento ottenuto da  Fondazione con il SUD per il trasferimento ed ampliamento del museo archeologico atellano. Continua dunque la sinergia  fra le amministrazioni atellane per risolvere problemi comuni in un'ottica di collaborazione istituzionale.

(Visited 216 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *