Orta di Atella. L’architetto Bartolomeo Fiorillo replica al Pd “Io ci metto la faccia”

Orta di Atella.   Riceviamo e pubblichiamo.

"Il sottoscritto Arch. Bartolomeo Fiorillo, con la presente comunicazione, intende far luce su alcune questioni che indirettamente hanno visto pubblicato il suo nome e cognome su articoli e/o comunicati scritti esclusivamente per fini politici, dal direttivo del PD di Orta di Atella, poiché ritiene che prima di scrivere qualsivoglia notizia, la stessa dovrebbe essere rigorosamente vagliata e opportunamente documentata in caso di sua infondatezza. Pertanto, il sottoscritto, ritenendosi estraneo ad alcune allusioni formulate sotto forma di giochetti politici, non vuole in nessun modo sentirsi ed essere il gioco delle battaglie politiche alimentate solo per creare scompenso popolare tirando in ballo tutto ciò che fa rumore. Ritiene che tutte le questioni politiche in genere andrebbero risolte nelle sedi competenti e con modalità diverse da quelle adoperate, senza tirare in ballo chi nulla centra con la rabbia personale- politica che alcuni soggetti nutrono nei confronti dei loro avversari. Le supposizioni e/o le allusioni restano tali se prive di fondamento: a modesto avviso dello scrivente, i quesiti rivolti all’avversario politico andavano formulati in maniera diversa da come hanno fatto gli autori degli articoli pubblicati, soprattutto, al fine di non provocare nel lettore erronee interpretazioni. Venendo al punto e, in riferimento alla notizia pubblicata il giorno 14 Luglio 2019 sulle pagine web di Atellanews e Caserta Focus a firma del PD di Orta di Atella, negli articoli intitolati:

1. su Atella news IL PD: “La farsa della sospensione dell’efficacia del PUC”; 2. su Caserta Focus il Pd sfida Villano: se conosce cose sul nostro conto le denunci, ma intanto risponda alle nostre domande.

Trattasi di articoli recanti un titolo diverso ma aventi lo stesso contenuto relativamente a tre dei sei punti posti in domanda dal PD di Orta di Atella al Sindaco in carica Andrea Villano, in merito ai quali il sottoscritto precisa e chiarisce quanto segue: Nel premettere che le questioni politiche come anzidetto andrebbero affrontate nelle sedi opportune ossia, nelle aule consiliari con i diretti interessati (che siano maggioranza o opposizione) anziché attraverso mezzi di stampa o “social” ancor peggio e non “seguendo la filosofia del "ndo cojo cojo”, il sottoscritto ritiene doveroso chiarire la sua posizione affermando che: non si sente, non si è sentito, e mai si sentirà, il giocattolo di certi soggetti e delle loro provocatorie azioni politiche. Pertanto, chiede e pretende rispetto visto che non ha mai e dico mai avuto a che fare con intrallazzi e strani sotterfugi (come qualcuno vuole e vorrebbe far credere e pensare) e che nulla centra con le realtà e le susseguite alterazioni prodotte, provocate e volute da una cattiva gestione di un territorio ormai martoriato da una cattiva gestione trasformista che parte da molto lontano.

Detto ciò, entriamo nel merito di questo documento: Primo punto del comunicato del 14/07/2019 del PD e posto in domanda al Sindaco A. Villano: • Intercorre qualche rapporto di collaborazione professionale fra l’arch. Bartolomeo Fiorillo e suo fratello arch. Francesco Villano? Il sottoscritto, a tal riguardo, conferma di avere una collaborazione con l’Arch. Prof. Francesco Villano, fratello del sindaco A. Villano, precisando però che tale collaborazione non è nata di certo con l’elezione dell’attuale sindaco, o subito prima, come qualcuno ha voluto far intendere, ma nasce nel 2012 o forse prima e si riferisce solo ed esclusivamente a motivi professionali essendo il sottoscritto un libero professionista che lavora su tutto il territorio nazionale ed internazionale, ma anche sul territorio del comune di Orta di Atella, logorato purtroppo da tutta una serie di circostanze ben conosciute dalla collettività. Detta collaborazione non ha portato nessuna evoluzione professionale né economica all’ attività dello scrivente! Terzo punto del comunicato del 14/07/2019 del PD e posto in domanda al Sindaco A. Villano: • È vero o non è vero che tale permesso di costruire, rilasciato dall’Ing. Raffaele Villano (suo cugino), al congiunto del consigliere anziano (più votato della sua lista), è stato concesso in virtù di una richiesta asseverata dall’arch. Bartolomeo Fiorillo (di cui sopra) e senza un minimo di rispetto del basilare criterio cronologico con altre istanze? Il sottoscritto conferma di aver non solo asseverato, ma anche timbrato e firmato il progetto come evidenziato al punto due dell’articolo che lo richiama. A tal riguardo, tiene, altresì, a precisare che lo stesso progetto è stato redatto nel rispetto di tutte le norme urbanistiche vigenti all’atto della richiesta ed è stato rilasciato secondo tutti i criteri stabiliti dalla legge. Sottolinea, inoltre, che, nel caso di specie, la domanda è stata posta in modo errato in quanto nessuna responsabilità è da imputare di certo al sottoscritto Arch. Fiorillo Bartolomeo sulle allusioni fatte dal PD in merito al: “rispetto del basilare criterio cronologico con altre istanze”.

Quarto punto del comunicato del 14/07/2019 del PD e posto in domanda al Sindaco A. Villano: • L’arch. Bartolomeo Fiorillo ha svolto qualche ruolo nella cosiddetta pratica “Conad”, oggetto di controversie innanzi alla magistratura? Questa allusione il PD avrebbe potuto risparmiarsela in quanto oltre ad essere di una bassezza unica non ha un minimo di fondamento. Tra l’altro, per come posta, potrebbe far sorgere, in chi la legge, più di un dubbio in merito al fatto che il sottoscritto possa essere coinvolto, in qualche modo, nella ben nota vicenda Conad. Ad onor del vero, lo scrivente neanche sapeva che ad Orta di Atella sarebbe dovuto nascere un centro Conad essendone venuto a conoscenza solo dopo le note vicende apprese dai giornali e dai social. In una battuta: l’unico Conad che il sottoscritto conosce e frequenta è quello dove qualche volta si reca per fare la spesa!

In conclusione ritengo che l’articolo e/o comunicato del PD del 14/07/2019 sia stato davvero di poca professionalità e di cattivissimo gusto e per tanto il sottoscritto ha voluto solo fare chiarezza senza entrare nel merito e nello specifico, in quanto le cose scritte dai vertici del PD di Orta di Atella si commentano da sole. La presente per smentire ogni allusione e/o interpretazione sull’onestà del sottoscritto, sulla professionalità messa in dubbio con quelle parole e principalmente per dimostrare a certi soggetti che non c’è nulla di losco per quel che mi riguarda, quindi cercate altrove lo sfogo dei vostri malanni. Questo comunicato è stato redatto solo per fini chiarificatori e non vuole essere in nessun modo oggetto di offese e di provocazioni, ne incautamente un documento che richiede un riscontro da parte di chi indirettamente possa sentirsi offeso, in quanto credo che fare politica scrivendo notizie senza fondamenta, lasciandole interpretare da chi legge in modo alterato e contorto e sognate da chissà chi, mi lasciano solo l’amaro in bocca per chi ha creduto di ledere la dignità ed il rispetto altrui e rimango perplesso dinnanzi a tanta ignoranza e inconsapevolezza, oltre alla tanta incompetenza intellettuale di certi soggetti che dovrebbero quanto meno passarsi la mano per la coscienza prima di puntare il dito verso chiunque. Quanto descritto è da intendere a pieno titolo quale smentita a mezzo stampa per tutte le allusioni fatte nei confronti del sottoscritto".

(Visited 255 times, 1 visits today)
Share