“Pezz”. Da Sant’Arpino a Roma continua l’ascesa dell’intrattenitore atellano

Sant'Arpino     A muso duro, senza mai cedere di un passo, Francesco Pezzella, in arte e per gli amici “Pezz”, ha saputo vincere la sua personale battaglia, superando  le difficoltà e i pregiudizi di chi, spesso non sa cogliere il valore della diversità che è ricchezza per sé e gli altri.

Una ricchezza fatta di doni e di talenti come quelli di “Pezz”!

Francesco Pezzella, nasce  35 anni fa a Napoli e vive a Sant’Arpino con i genitori, una sorella e un fratello, ha frequentato la scuola alberghiera e ha svolto l’ultimo corso per  segreteria amministrativa, profondo conoscitore del mondo digitale, installatore software Pc  ha mostrato di avere interessi in più di un campo ed una feconda versatilità. Di carattere un po' lunatico,ma espansivo, sa cogliere, per la sua spiccata sensibilità, la negatività di chi lo avvicina per canzonarlo o perfino per bullizarlo e, allora, si arrabbia, diventa aggressivo  come in una sorta di autodifesa della sua dignità. Ma è un solo un momento, perché da intuitivo com’è comprende che la migliore difesa è il silenzio.

E Francesco, come abbiamo già detto, precisino com’è, è uno che non si arrende, che va diritto per la propria strada e se ha un obbiettivo lo persegue fino a realizzarlo. E così nel 2015 prende parte come ospite alla trasmissione di Marco Mazzoli “Lo Zoo di Radio 105”, nel 2018 va alla trasmissione “Tu si che vales” con Jerry Scotti arrivando alle semifinali, nel 2020 gli sfugge la  partecipazione a la nuova Corrida di Carlo Conti, causa Covid, nel 2022 insieme a Lino Guanciale come comparsa nella serie “Noi” su Rai Uno e con Gabriele Corsi in Deal With It  su canale Nove.

Insomma, passo dopo passo, diventa un bravo intrattenitore delle serate locali. Ora stasera sera alle 21 parteciperà a una trasmissione su Nsl, una radio tv locale di Roma e martedì , alle 10,30, sarà intervistato da Radio Roma Capitale. In bocca al lupo “Pezz”!

Giovanni D'Elia

(Visited 812 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »