Sant’Arpino. Consiglio comunale sull’ambiente. E’ polemica sulla proposta di Dell’Aversana di far parlare solo chi è in regola con il pagamento della Tarsu. Almeno i consiglieri diano il buon esempio

Sant'Arpino   "Chiederò al presidente del consiglio comunale di convocare entro la fine della prossima settimana una conferenza dei capigruppo per stabilire modalità e tempi del consiglio comunale aperto sull'ambiente. In quella sede avanzerò la proposta che prima di ogni intervento ogni consigliere comunale ed ogni cittadino dovrà autorizzare il responsabile del servizio tributi comunale a rendere noto se nel corso degli ultimi dieci anni il suo nucleo familiare abbia regolarmente pagato la TARSU al comune oppure sia presente nell’elenco dei morosi".

La proposta lanciata a mezzo social dal sindaco di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, in risposta alla richiesta della consigliera Maria Rosaria Di Santo- che ha raccoltol'invito del professor Giuseppe Limone- di convocare un consiglio comunale aperto sulla raccolta rifiuti e l'ambiente, ha scatenato, come prevedibile, un vero e proprio dibattito virtuale e di certo non sono mancate le voci critiche di quanti la ritengono lesiva dei diritti dei meno abbienti. 

Per il sindaco di Sant'Arpino si tratterebbe di " un gesto di TRASPARENZA è un atto dovuto per chi vuole discutere di rifiuti. Se il suo nucleo familiare non ha contribuito economicamente alla raccolta dei rifiuti del paese non avrà diritto a parlare di questo tema ! Questa banale richiesta porterò alla conferenza dei capigruppo e conoscendo bene il prof . Limone penso che anche lui sarà concorde !".

Non sappiamo ancora la se l'idea di Dell'Aversana sarà fatta propria dalla conferenza dei capigruppo, ma, al di là di tutte le legittime posizioni di chi la ritiene giusta e quanti invece la considerano un'incursione eccessiva nella sfera personale dei cittadini, sicuramente tutti i consiglieri comunali potrebbero dare il buon esempio ed autorizzare la diffusione dei dati riguardanti la regolarità o meno della propria posizione per quanto riguarda il pagamento della Tarsu. Si tratterebbe di un gesto di trasparenza sicuramente apprezzato da gran parte della cittadinanza.

(Visited 307 times, 1 visits today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *