Sant’Arpino, Coronavirus. Di Santo:”Sospendere i tributi comunali e sanificare il territorio 2 volte a settimana”

SANT'ARPINO. Sono di pochi minuti fa le dichiarazioni di Eugenio Di Santo, presidente del gruppo di minoranza "Alleanza Democratica per Sant'Arpino", sulle proposte relative all'emergenza da Coronavirus che sta interessando il territorio comunale e l'intero territorio nazionale negli ultimi giorni.

"Carissimo Sindaco, sto leggendo con grande attenzione tutte le misure che sta adottando nel nostro paese, - ha dichiarato Di Santo - in virtù dei diversi decreti legge emanati dal Governo Centrale e dal Governatore della Campania Vincenzo De Luca. Al di là delle nostre diverse opinioni e linee politiche, per il bene del nostro amato Paese, ritengo sia necessario mettere in atto alcune urgenti misure:

1) SANIFICAZIONE di tutto il territorio 2 volte a settimana visti i 2 casi Positivi a Sant’Arpino e gli altri 12 casi dell’area Atellana

2 ) DISTRIBUZIONE delle MASCHERINE, che devono essere acquistate e distribuite a tutta la popolazione senza attendere la Protezione Civile, cosi come hanno fatto altri Comuni

3) SOSPENSIONE per 5 mesi di TUTTI i TRIBUTI Locali (TARI - IMU - TOSAP - BOLLETTE della SOGERT - BOLLETTE della ACQUEDOTTI SCPA). Questo soprattutto per sostenere tutti coloro, che nel rispetto delle leggi, hanno sospeso le loro attività e non hanno entrate. È ovvio che la sospensione di questi tributi non dovrebbe valere per tutti coloro che percepiscono stipendi statali

4) ASSISTENZA PSICOLOGICA per i cittadini, grazie ad un team di esperti che mettano a disposizione le loro competenze e che possano essere contattati attraverso videochiamate, per orientare e sostenere tutti coloro che in una situazione così difficile hanno bisogno di supporto psicologico

5) COLLABORAZIONE con tutte le associazioni del territorio, oltre all'Associazione della Maria S.S dell'Arco Fujenti Atellani, alla quale vanno la mia stima e il mio plauso, per fornire assistenza agli anziani e a coloro che non possono uscire neanche per fare la spesa, perché l'unione fa la forza! Ne usciremo, ne sono certo, ma bisogna pensare anche alle conseguenze di questo lungo periodo di quarantena, e grazie a queste misure sarà possibile garantire i diritti di tutti!"

(Visited 722 times, 1 visits today)
Share