Sant’Arpino. Il Camper della Prevenzione fa tappa al Parco Rodari il 29 e 30 Aprile

Camper della Prevenzione Sant'ArpinoSant'Arpino     Una due giorni dedicata alla prevenzione di alcune patologie tumorali, ma non solo. Farà tappa a Sant’Arpino sabato 29 e domenica 30 Aprile il camper della Prevenzione promosso dall’Asl Caserta, che sarà all’interno del parco giochi “Gianni Rodari” in via della Libertà dalle ore 9:30 alle ore 18:00.Per tutti quanti lo vorranno sarà possibile effettuare uno screening del tumore del colon retto, della mammella e delle cervica uterina, oltre alla diffusione delle vaccinazioni obbligatorie. Verrà attrezzato uno speciale Camper con una sala di attesa dove sarà distribuito sia materiale informazione per la prevenzione che il kit per la raccolta delle feci e la ricerca del sangue occulto.

In particolare le visite senologiche gratuite saranno effettuate nel pomeriggio di entrambi i giorni.

L’iniziativa, promossa dalla Regione Campania nell’ambito della “Campagna di prevenzione Terra dei Fuochi”, è portata avanti dal Comune di Sant’Arpino in sinergia con l’Asl di Caserta, e consiste nella realizzazione di un progetto finalizzato alla prevenzione delle malattie tumorali rivolto ad una vasta platea di cittadini residenti e non residenti di tutte le età.

Non a caso – dichiarano il sindaco Giuseppe Dell’Aversana e l’assessore con delega all’ambito socio-sanitario, Salvatore Lettera- il progetto in questione si chiama “Prendi un appuntamento con la salute”, e parte dal vecchio ma mai superato concetto che prevenire sia meglio che curare. Come amministrazione comunale ci siamo immediatamente attivati per ospitare anche sul nostro territorio questo importante progetto voluto dall’Azienda Sanitaria territoriale, consapevoli del fatto che solo fornendo ai nostri concittadini il maggior numero di informazioni e nozioni possibili possiamo realmente svolgere quell’opera di primo presidio sanitario che è nel DNA dell’ente civico. Accorciare la distanza fra enti e cittadinanza è un primo significativo passo per una seria politica sanitaria e di contrasto alle patologie. Un grazie in tal senso va all’impegno del dottor Tari, responsabile di questa iniziativa e direttore della Gestione Controllo Interno, e alla Direzione Generale dell’azienda sanitaria rappresentata in questo caso dal dottor Mario De Biase”.

 

(Visited 283 times, 1 visits today)
Share
Translate »