Sant’Arpino. Il sindaco Dell’Aversana accoglie s.o.s. di parrucchieri, barbieri, estetiste e scrive a De Luca “Riaprire queste attività dal 4 Maggio”

Sant'Arpino    Ieri mattina  presso la Casa Comunale, si è tenuto l’incontro del Sindaco Giuseppe Dell’Aversana con una delegazione di Barbieri, Parrucchieri ed Estetiste operanti sul territorio santarpinese.  Il sindaco ha ascoltato le difficoltà del settore ed ha fatto proprio l’impegno a farsi portavoce a livello regionale delle esigenze di questa categoria. Immediatamente dopo l’incontro il primo cittadino ha subito messo nero su bianco l’impegno assunto, inviando una nota al Presidente della Giunta Regionale On. Vincenzo De Luca, ove, nel mostrare apprezzamento per tutti gli sforzi che il Governatore della Campania sta mettendo in campo per tenere in sicurezza la regione dal contagio di Covid-19, ha rappresentato il forte disagio che vivono gli esercizi di parrucchieri, barbieri ed i centri estetici per la chiusura della loro attività.

La invito a valutare – si legge nella nota indirizzata al Governatore – la possibilità di consentire la riapertura delle loro attività commerciali sin dal 4 maggio prossimo, nel  rispetto delle norme di sicurezza”. Il sindaco in altre parole  ha chiesto al presidente della giunta regionale di  consentire con l’inizio della cosiddetta Fase 2, la riapertura delle attività con le garanzie e le precauzioni previste. " Vanno elogiati  – dichiara il sindaco  – la correttezza e lo spirito di sacrificio della categoria di professionisti del settore, i quali hanno rispettato le norme che ne hanno disposto la chiusura. E' questa una a delle categorie maggiormente colpite dalla crisi economica causata da coronavirus" Dell’Aversana inoltre ha rassicurato la delegazione sull’impegno massimo a livello comunale al fine di contrastare l’abusivismo di chi non rispetta le norme igienico-sanitarie con il lavoro a domicilio. “Per contrastare questo fenomeno – dichiara Dell’Aversana - che oltre ad alimentare una concorrenza sleale per i professionisti della categoria, rappresenta un forte pericolo per la salute pubblica, ho dato disposizione ai vigili urbani di intensificare il controllo sul territorio poiché queste pratiche  aumentano il rischio di diffusione del contagio" Il comune di Sant'Arpino, fra i primi nell'agro aversano,  ha dunque visto da parte dei locali rappresentanti politici ed istituzionali, un primo tentativo di aiutare a  riaprire le categorie produttive ancora chiuse ed iniziare una fase di rilancio economico nel rispetto della sicurezza. Ieri il sindaco ha anche annunciato alla popolazione che il comune da oltre due settimane registra  zero contagi da covid/19 e che le persone attualmente in quarantena restano   cinque e sono in via di guarigione.

(Visited 1.813 times, 1 visits today)
Share