Sant’Arpino. Il sindaco Ernesto Di Mattia “Solidarietà alla CGIL e alle forze dell’ordine per il vile attacco fascista. La nostra comunità è al fianco dei movimenti democratici”

Sant'Arpino     Il sindaco, Ernesto Di Mattia condanna “ il vile e gravissimo attacco da parte di gruppi neo fascisti alla sede nazionale dalla CGIL. I fatti accaduti ieri a Roma, usando a pretesto la pandemia e le polemiche sul vaccino, dimostrano, in maniera chiara ed inequivoca, che non va abbassata mai la guardia contro coloro che vogliono far sprofondare nel passato più buio il nostro Paese. Occupare la CIGL significa attaccare uno dei baluardi della democrazia italiana: il sindacato. Al tempo stesso si è colpita la Costituzione repubblicana nata proprio dalla resistenza al nazifascismo, lotta in cui in prima fila ci furono proprio i lavoratori e le organizzazioni sindacali. Per tutte queste ragioni noi primi cittadini, che abbiamo giurato proprio sulla Costituzione, non possiamo tacere e girare la faccia dall’altra parte. A nome dell’intera comunità santarpinese porto la mia solidarietà alla CGIL ed alle forze dell’ordine vittime dello squadrismo fascista e ribadisco che, come già nel secondo conflitto mondiale, la nostra comunità saprà da che parte stare: quella della libertà e della democrazia. Al contempo mi unisco alla richiesta che da più parti si sta levando in queste ore: valutare lo scioglimento di quelle forze che in maniera esplicita cercano di ricostruire il Partito Nazionale Fascista pur usando altri nomi: prima fra tutte Forza Nuova”.

(Visited 404 times, 1 visits today)
Share