Sant’Arpino. L’amministrazione comunale accoglie il progetto “Sant’Arpino in bici”

Sant'Arpino      Presentato questa mattina in Piazza Umberto I il progetto "Sant’Arpino in bici”. L'iniziativa voluta da  un ampio numero di associazioni ed enti, tra cui si citano: Cantiere Giovani, Coordinamento Sviluppo Locale, CVX, FIAB federazione Campania, Gruppo Ciclisti, Istituto Comprensivo Rocco Cinquegrana, Legambiente Geofilos, Lega Nazionale del Cane, Napoli Pedala, Pro Loco, Parrocchia S.Elpidio Vescovo, PulciNellaMente, Scusate il Ritardo, che ha quale obiettivo l’istituzione da parte del Comune del limite dei 30km/h su tutto il territorio e impegno all'adozione di politiche di mobilità dolce; la realizzazione dell'anello ciclabile e pedonale su via Volta-via Marconi (scuola dell'infanzia, parco D. Cirillo, piazza); la realizzazione dell'anello ciclabile via Rodari-via Censorino-viale Libertà (scuola media, parco Rodari, Liceo).

E l'amministrazione comunale retta dal sindaco Giuseppe Dell'Aversana sposa tale ambiziosa progettualità.

"La nostra attenzione per questa tematica- dichiara il primo cittadino- è altissima, basti pensare alle indicazioni strategiche in materia di mobilità lenta che questa amministrazione ha già dettato con il suo Piano Urbanistico Comunale in fase di adozione. È da evidenziare infatti che è stato previsto un grande percorso ciclopedonale lungo circa 6 km che mette in relazione vari siti di interesse storico-culturale e la vasta area del Parco Archeologico. Un idea di un percorso ciclopedonale nata dal basso e che ha trovato grande partecipazione ed entusiasmo tra le realtà associative locali e non, proposta anche come osservazione al redigendo piano Urbanistico, meritevole sicuramente di accoglimento da parte della nostra amministrazione, perché bene si innesta nel nostro tessuto urbano e con il percorso già previsto, ampliando difatti la rete della mobilità sostenibile del nostro territorio".

Sulla stessa lunghezza d'onda Ernesto Di Serio, consigliere comunale delegato alla mobilità sostenibile, nonchè già assessore ai Lavori Pubblici ed all'Urbanistica.

"Faccio un plauso a questa iniziativa nata dal basso che ha come obiettivo quello di puntare ad una mobilità alternativa per il nostro territorio. Una proposta- aggiunge Di Serio- che si sposa con le nostre linee strategiche dettate per il redigendo Piano Urbanistico Comunale, un percorso che si innesta con quello già previsto di circa 6 km e che arricchirà la proposta di mobilità sostenibile sul nostro territorio nelle previsioni di un piano che guarda in primis ai servizi, agli spazi verdi, alle isole pedonali, mettendo l'uomo al centro della propria programmazione urbanistica".

(Visited 348 times, 1 visits today)
Share