Sant’Arpino, macchina finisce contro le transenne della voragine di notte. Ad:”Come mai il sindaco non dice niente?”

SANT’ARPINO. Sono pesanti le critiche rivolte al sindaco Giuseppe Dell’Aversana e all’intera amministrazione comunale dal gruppo di minoranza "Alleanza Democratica per Sant'Arpino" per la questione della voragine di via Martiri Atellani, interessata nella notte tra lunedì e martedì da un piccolo incidente stradale che non ha fatto registrare danni a cose o persone.

“Constatiamo ancora una volta la totale incapacità dell’amministrazione comunale di risolvere i problemi del territorio ma, questa volta, prendiamo atto anche della scarsa considerazione che il sindaco Giuseppe Dell’Aversana avrebbe avuto dei suoi cittadini. Martedì mattina, infatti, alcuni amministratori erano nei pressi della voragine e alla richiesta di spiegazioni da parte dei cittadini avrebbero risposto che stavano effettuando dei rilievi importanti senza fare riferimento a quello che era successo la sera prima e cioè che un’automobile stava per finire nella voragine, presumibilmente anche a causa della scarsa presenza della segnalazione notturna” ha fatto sapere ieri Nicola Romano esponente del gruppo di minoranza Ad.

"Il primo cittadino ha avuto cura di scrivere un post per informare i cittadini sui lavori di tinteggiatura delle panchine in piazza ma, guarda un pò, ha dimenticato di scrivere un post su quest'incidente. "Abbiamo migliorato l'arredo urbano in piazza", "Un passo in avanti per un Comune più pulito". Tutti post su lavori di ordinaria amministrazione che il nostro sindaco fa diventare straordinari per ostentare qualcosa che non è, e cioè un buon sindaco. Un buon sindaco avrebbe avvisato i cittadini dell'arrivo della Sogert, avrebbe detto la verità ai cittadini sull'ingresso nella Società Acquedotti ma soprattutto avrebbe avvisato tempestivamente la popolazione che nella sera tra lunedì e martedì qualcuno stava finendo nella voragine. Peppino, invece, preferisce essere la barzelletta della comunità atellana e dell'intera provincia di Caserta nell'indifferenza totale della sua stessa maggioranza che, in pratica, lo lascia autodistruggersi politicamente.

E' doveroso, da parte nostra, chiarire che per quanto riguarda la Sogert quello a cui fa riferimento il sindaco è vero, l'affidamento è diverso da quello della Iap perché la Iap gestiva tutti i tributi comunali mentre la Sogert si occuperà solo dei crediti insoluti ma questo, sotto certi aspetti, è peggiore. La Sogert, infatti, se il cittadino non dovesse provvedere a pagare entro trenta giorni, potrà pignorare gli stipendi e mettere le mani nel conto corrente del cittadino. Considerando l'arrivo in questi giorni di una grande quantità di avvisi di pagamento sbagliati nelle case dei cittadini, che infuriati si recano in Comune, non sarebbe il caso, caro Peppino, di scrivere due righe sulla Sogert e, già che ci sei, spiegare anche ai cittadini cosa è successo nella notte tra lunedì e martedì? La legalità, caro Peppino, parte dalla trasparenza degli atti amministrativi. Il cittadino deve essere sempre informato su TUTTO quello che succede e non solo su quello che fa comodo a te. E' inutile che ti riempi la bocca se poi non informi i cittadini su fatti del genere. Ti voglio far presente che i santarpinesi, però, vedono e sentono e tu dovrai darne conto dal palco durante la prossima campagna elettorale che si sta lentamente avvicinando" ha concluso Romano.

(Visited 1.267 times, 1 visits today)
Share