Sant’Arpino. Vinto il ricorso contro l’ingiunzione del Consorzio di bonifica del Bacino Inferiore del Volturno. Il Comune risparmia 250 mila euro.

Sant'Arpino   A settembre 2018 il comune di Sant'Arpino, decise di impugnare  l'ingiunzione di pagamento di 248.670 euro emessa da Campania bonifiche per conto dal Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno. L'oculata gestione amministrativa condotta dall'amministrazione comunale consentirono di  dare la massima attenzione alla vicenda per contrastare una spesa ingiusta  di 249 mila euro quale contributo consortile per scarico acque meteoriche per gli anni dal 2008 al 2016. "Abbiamo impugnato in quanto sostenevamo l'assenza di benefici sul territorio comunale, l'assenza di una convenzione sottoscritta- dichiara il sindaco Giuseppe Dell'Aversana- l'erronea superficie sottoposta a tassazione ed il divieto di determinazione retroattiva  che porta  danni al bilancio."  Il consorzio si costituiva in giudizio asserendo invece il beneficio idrogeologico arrecato in quegli anni, ritenendo legittimo il suo operato unilaterale sulla scorta della normativa in vigore per  la mancata firma della convezione.

La commissione tributaria provinciale di Caserta provvedeva anche a nominare un consulente per la definizione delle aree sottoposte a tassazione.  Il collegio sulla scorta di sentenze di corte di cassazione richiamate dal legale  del comune ( l'avvocato Erika Capasso ) ha stabilito che l'onere della prova del beneficio arrecato tocca al Consorzio ed ha dato ragione al comune circa l'impossibilità di riscossione del consorzio per le annualità antecedenti all'invio della convenzione avvenuta solo nel 2016. "Davvero una gran bella vittoria che darà un sospiro di sollievo alle nostre casse - aggiunge il sindaco Dell'Aversana- abbiamo fatto bene a costituirci, abbiamo tutelato l'interesse pubblico. Ringrazio l'avvocato Capasso  per l'ottimo lavoro svolto" Il comune ha evitato un salasso di circa 250 mila euro contrastando questa pretesa del consorzio Bonifica del bacino inferiore del Volturno. La commissione tributaria ha quindi accolto il ricorso del comune ed ha annullato l'atto impugnato. Una buona notizia per le casse comunali.

(Visited 456 times, 1 visits today)
Share