Succivo, articolo razzista. Dopo la cancellazione del post dell’amministrazione arrivano le precisazioni del vicesindaco Salvatore Papa

SUCCIVO. E' arrivata questa mattina, dall'amministrazione comunale di Succivo, una nota con cui venivano prese le distanze da un articolo comparso su un sito d'informazione (presumibilmente non una testata giornalistica in quanto non viene riportata la registrazione al tribunale) riguardo un episodio accaduto lunedì pomeriggio nei pressi di piazza IV novembre.

"L’amministrazione comunale di Succivo, - hanno fatto sapere dal gruppo di governo di piazza IV novembre - certa di interpretare il sentimento della comunità intera, si dissocia dal vergognoso articolo pubblicato su una testata giornalistica online in merito ai fatti accaduti il giorno 14 dicembre u.s. L’articolo, a firma della redazione, definisce “extracomunitario”, quasi come fosse un’offesa, quello che tutti noi consideriamo un cittadino succivese.

Una presa di posizione dovuta e che realmente ha interpretato il sentimento dell'intera comunità. Tantissimi, infatti, sono stati i succivesi che attraverso i social network ha condannato il modus operandi del sito di informazione in questione. Peccato solo che poche decine di minuti dopo la pubblicazione il vice sindaco Salvatore Papa ha provveduto a far eliminare il post comparso sulla pagina social del portavoce in quanto, secondo lui, l'amministrazione non deve interferire sull'informazione, neanche quando quest'ultima risulta palesemente razzista e discriminatoria nei confronti di una persona che si è resa protagonista di fatti su cui dovrà esprimersi la magistratura, indipendentemente dal colore della pelle.

In serata sono arrivate alcune precisazioni da parte del vicesindaco Salvatore Papa che integriamo all'articolo.

"Quello riportato da Atella News non è esatto. - ha evidenziato Papa - Ho chiesto al portavoce di rimuovere il post dell’Amministrazione perché si faceva il nome e cognome del nostro concittadino non rispettando la sua privacy. Questa mattina ho chiamato Idio Urciuoli di Atella News (che già aveva pubblicato il post) avvisandolo sui motivi dell’eliminazione. Ho anche aggiunto che durante l’episodio sono stato accanto al nostro concittadino e che personalmente, da cittadino e consigliere comunale, avrei firmato tutte le rimostranze possibili contro l’articolo della testata giornalistica, ma l’Amministrazione Comunale non poteva attaccare un giornale violando la privacy della persona coinvolta. Spero che Atella News consideri questo mio commento una precisazione rispetto all’articolo pubblicato".

C'è da evidenziare che, mentre nel post Facebook dell'amministrazione veniva riportato nome e cognome dell'individuo in questione, su atellanews è stato omesso fin dalla prima pubblicazione.

(Visited 1.409 times, 1 visits today)
Share