Sant’Arpino. Adesione all’Acquedotti Scpa. La proposta del Meetup – Movimento 5 Stelle

Sant’Arpino. Riceviamo e pubblichiamo da Meetup di Sant’Arpino – Movimento 5 Stelle. Il Meetup di Sant’Arpino – Movimento 5 Stelle presenta all' attenzione dei cittadini una propria proposta per la soluzione della controversa questione circa l’affidamento, senza gara pubblica, alla SCPA Acquedotti, della gestione idrica comunale. L’Amm.ne comunale ha addotto a conforto della propria decisione due motivi, a ragion sua, fondamentali. 1-Esosità dei costi di gestione della manutenzione, attualmente delegata alla Multiservizi. 2-Situazione debitoria con attuale gestione ( Acqua Campania). Per ciò che concerne il primo punto abbiamo non poche perplessità circa alcuni articoli dello schema di convenzione tra Acquedotti SCPA e Ente Comunale. Per la cui verifica rimandiamo ai punti segnalati nel volantino del Comitato Spontaneo che abbiamo condiviso con gli altri soggetti che lo compongono. Sul secondo punto, pur tenendo conto delle forti criticità della situazione debitoria Comunale, addotte da questa Amministrazione quale causa principale di promozione di questa operazione, pensiamo che “congelare il debito” non sia la risposta migliore. Innanzitutto perché non è un merluzzo che metti nel congelatore. Il debito, per sua stessa natura, si grava di interessi con indici esponenziali importanti. L’unico modo per affrancarsi dal debito è estinguerlo. Quindi deprechiamo lo scarico di responsabilità auspicato dall’Amm.ne, delegando ai posteri la soluzione del problema. Noi riteniamo che una diversa soluzione possa esserci. Può nascere da un confronto costruttivo che non può ridursi, meramente, ad un dibattito pubblico con regole liberticide, a tratti anche offensive, a due minuti di comizio in piazza o a venti giorni di dibattito sui social, rispetto ai quali, le riposte prodotte alle domande non sono state esaurienti, se non del tutto assenti. Qui di seguito elenchiamo le nostre proposte. Vi saremmo grati, se dopo l’esame delle stesse, vorreste esprimerci vostre considerazioni. Grazie. Operazione Salvadanaio ( Recupero crediti morosi ). Prevede convocazione individuale dell'utente moroso e proposta allo stesso di un piano individualizzato di regolarizzazione della propria posizione ( ruolo degli anni precedenti non pagati) versando max. 1€ al giorno, con scadenza mensile, presso casa Comunale senza aggravio di spese aggiuntive. In caso di non adesione trasmissione degli atti, ove possibile, all'Agenzia delle Entrate.Ravvisiamo la possibilità di un recupero dell'evasione pressochè totale. Una Tantum ( Quota provvisoria) Prevede cifra da stabilire, comunque 50% di aumento al mc in meno rispetto all'aumento che deriverebbe dalla nuova gestione. Es. Acquedotti scpa 1€ - Una Tantum 0,50€. Ci diamo tutti un pizzico sulla pancia e si cerca di tenere in piedi la baracca. Adottabile anche soluzione su base patrimoniale: + 0,30€ al mc per redditi fino a ? 000.000 € + 0,50€ al mc per ridditi fino a ? 000.000 € + 0,70€ al mc per redditi fino a ? 000.000 € Rivalutazione ( Trattativa ) Prevede accordo con attuale gestione ( Acqua Campania) per una rivalutazione dei costi e dei servizi e proposta di un piano di rientro dal debito ( 5.000.000,00 €). Sulla base della liquidità di cassa derivante dall'applicazione dei due punti precedenti. Invitare Acqua Campania a fare uno sforzo di comprensione, visto che gestisce il servizio di cui essa stessa è anche fornitrice, senza garantire manutenzione. Qualche coefficiente lo si potrebbe pure calare.Ci riserviamo, infine, di valutare, attraverso richiesta di documentazione, la situazione della Multiservizi poichè ci sembrano eccessivi alcuni dati forniti dall'Amministrazione circa costi e frequenza degli interventi. Grazie per l'attenzione.
(Visited 205 times, 1 visits today)
Share